Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, sabato scorso si era svolto un sit-in di Lega Nord e Forza Nuova nel quartiere

TRE PROFUGHI SONO FUGGITI DALLE SCUOLE EX "MARCONI"

La senatrice Bisinella attacca Manildo: "Soluzione vergognosa"


TREVISO - «Ho appreso che tre clandestini sono scappati: in pochi giorni si è concretizzato quello che avevamo preannunciato, dimostrando chiaramente quanto sbagliata sia stata la scelta del sindaco di Treviso Giovanni Manildo». Lo sottolinea la senatrice della Lega Nord Patrizia Bisinella tornando sul caso dei venti clandestini giunti a Treviso la settimana scorsa ed ospitati in un’ex scuola a Santa Maria sul Sile. Sabato scorso la Lega aveva manifestato in quartiere, facendosi portavoce delle proteste dei residenti che si erano rivolti ai rappresentanti della sezione locale del partito dicendosi preoccupati per la presenza degli immigrati. «Sabato avevo verificato personalmente la situazione, denunciando come la cosa fosse stata gestita in modo assolutamente inadeguato dall’amministrazione comunale di Treviso – dice Patrizia Bisinella – I clandestini sono stati messi in un edificio nel bel mezzo di un quartiere residenziale senza che ci fosse alcun controllo da parte della forze dell’ordine, tra l’altro in una pericolosa situazione di promiscuità con i bambini che giocano nel parco giochi della stessa struttura. L’avevamo detto chiaramente che era ovvio ci sarebbero state delle fughe, cosa che puntualmente si è verificata. Ribadisco che si tratta di una soluzione vergognosa addossata sulle spalle della cittadinanza».