Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

I cittadini potranno indicari quali cure ricevere in caso di inscoscienza

PRESTO ANCHE A TREVISO SI POTRA' FARE BIOTESTAMENTO

La maggioranza presenta una delibera per l'istituzione del registro


TREVISO - I trevigiani presto potrebbero lasciar scritto se, in caso di necessità, desiderino essere rianimati, ricevere particolari terapie salvavita, nutrizione o somministrazione di farmaci. Potrebbero, cioè, avere la possibilità di depositare il proprio testamento biologico. I capigruppo di maggioranza hanno depositato una delibera per chiedere l'istituzione del registro comunale delle “dichiarazioni anticipate di trattamento”. Le modalità concrete devono ancora essere definite nei dettagli, ma in sostanza, se il provvedimento verrà approvato, i cittadini potranno recarsi in Comune e, davanti ad un funzionario e forse ad un notaio, indicare in un documento scritto la volontà di essere sottoposti o meno a determinati trattamenti medici, qualora, in quel momento, non siano più capaci di intendere e volere.

Ad avviare l'operazione sono stati i rappresentanti di Veneto Radicale, che sul tema hanno raccolto 400 firme in vista di una delibera di iniziativa popolare. Segno di una sensibilità riguardo a questi argomenti in netto aumento.

La proposta è stata recepita dai responsabili di tutti i gruppi consiliari di maggioranza: verrà ora sottoposta al parere dei dirigenti e, se favorevole, verrà portata in commissione e poi in consiglio comunale. Resta il problema di un possibile conflitto con la legislazione nazionale, che non prevede il testamento biologico. Per i Radicali, tuttavia, l'adozione da parte del Comune potrebbe preludere ad accordi specifici con l'Ulss, tanto più che l'attenzione dei medici locali sulle problematiche del “fine vita” è già molto avanzata.