Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Appello trasversale di fronte "alla crisi e ai tagli alla spesa pubblica"

"RIDURRE I COMPENSI DEI MANAGER DELLE PARTECIPATE"

La richiesta dei segretari provinciali di Pd, Lega, FI e Ncd


TREVISO - La segretaria provinciale del Partito Democratico Lorena Andreetta, il commissario provinciale della Lega Nord Ivano Faoro, il segretario provinciale di Forza Italia Amedeo Gerolimetto e il suo vice Fabio Chies, i delegati al coordinamento provinciale del Nuovo Centro Destra Michele Noal e Franco Conte chiedono alle società partecipate della Marca trevigiana che nei prossimi rinnovi dei Consigli di Amministrazione e dei Collegi Sindacali vengano deliberati compensi in misura decisamente ridotta rispetto agli esercizi sociali precedenti. “Un principio – precisano i segretari trevigiani – che dovrà essere rispettato nell’ambito delle indennità, dei compensi e delle altre somme attribuite a vario titolo agli amministratori ai quali vengono conferite delle deleghe specifiche”. 

Una richiesta unanime e trasversale che si fa interprete di un’esigenza molto sentita dai cittadini rispetto alla gestione delle società partecipate. E che pone le sue premesse innanzitutto sulla crisi economica che attanaglia le famiglie e le imprese trevigiane e non solo, oltre che sulla richiesta invocata da più parti dell’applicazione di un sistema di tagli o di tetti alle indennità e ai compensi dei dirigenti e degli amministratori pubblici.

Ma i rappresentanti dei principali partiti della provincia di Treviso fanno riferimento alla “severe revisioni della spesa pubblica, con i tagli imposti per legge su tutti i bilanci pubblici, cui conseguono riduzioni dei servizi ai cittadini, maggiori oneri fiscali e aumenti dei tariffari a carico di tutti, cittadini e imprese”. Tagli che sono finalizzati anche alla riduzione dell’incidenza dei costi della politica su bilanci pubblici sempre più in sofferenza e per i quali anche gli amministratori pubblici nel tempo si sono visti decurtare le proprie indennità, nonostante le responsabilità siano aumentate.