Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il deputato del Pd interviene in merito alla scarcerazione di Franco Rocchetta

RUBINATO: "ADESSO UN PROGETTO PER L'AUTONOMIA DIFFERENZIATA"

"Serve un percorso per i principi di autogoverno ed equità fiscale"


TREVISO - “Mi ha fatto piacere che Franco Rocchetta mi abbia chiamato per dirmi che era tornato in libertà: è un uomo pacifico che avevo visitato in carcere perché non ritenevo potesse essere un terrorista”. Lo dice Simonetta Rubinato, parlamentare e sindaco del Pd che poi si rivolge a coloro che hanno dichiarato, commentando la vicenda, che lo Stato italiano avrebbe perso: “Non è così, perché è stata una istituzione dello Stato italiano, il Tribunale del riesame, che ha assunto la decisione della remissione in libertà. Questo conferma anzi che si possono trovare strade e percorsi dentro le istituzioni per dare risposta alla domanda di cambiamento del Veneto”. “Credo - spiega ancora la deputata - che dopo il fallimento nell'attuazione del federalismo fiscale della Lega Nord, il Veneto non possa permettersi la frustrazione di un altro fallimento, quello dell'indipendenza irrealizzabile ed incostituzionale. Serve invece un serio progetto politico per ottenere il riconoscimento da parte dello Stato dell'autonomia differenziata a questa regione che ne ha i requisiti di virtuosità, come già è per le regioni speciali confinanti”. “Per questo come parlamentari veneti del Partito Democratico – conclude Simonetta Rubinato - dobbiamo lavorare affinché dentro la riforma del titolo V siano inserite con chiarezza le condizioni di un percorso concreto di attuazione dei principi di autogoverno e di equità fiscale che chiedono da tempo imprenditori e cittadini veneti”.