Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il sindaco Manildo: "L'evento è importante, ma la questione costi va affrontata"

NESSUN CASO "FESTIVAL SHOW": LA LINEA DELLA GIUNTA È UNA SOLA

Si cerca un accordo con gli organizzatori, anche per trovare sponsor


TREVISO - "La posizione della giunta comunale sulla questione del Festival Show è una sola. Siamo tutti concordi sul fatto che l'evento abbia la capacità di attrarre moltissime persone in città e che possa costituire un'attrazione importante per molte persone che arriverebbero a Treviso anche da fuori provincia. La questione dei costi però è reale e deve essere affrontata. L'amministrazione è pronta a fare la sua parte, sono certo che anche gli organizzatori faranno la loro". Commenta così il sindaco di Treviso Giovanni Manildo alcune notizie apparse sulla stampa locale che mettevano in evidenza posizioni discordanti all'interno della giunta in merito alla decisione di dare spazio o meno all'evento estivo. Al vaglio di sindaco e assessori ci sarebbe infatti non il tipo di evento ma il costo dello stesso, come conferma anche l'assessore alla cultura del Comune di Treviso Luciano Franchin: "Nessun pregiudizio sull'evento. Anzi - fa eco Franchin - quando gli organizzatori sono venuti da me gli ho ribadito la mia piena volontà a collaborare. Ho dovuto però anche affrontare la questione economica anche per rispettare quel principio di equità che ci ha guidati in altre scelte. Alcuni eventi già in programma sono in grado di coprire tutta la città per molti giorni a Treviso a costi più contenuti. Ad oggi, come ho già avuto modi di dire, l'amministrazione non potrebbe coprire da sola l'intera richiesta. Alla domanda del giornalista che mi chiedeva quale fosse la mia posizione non ho potuto che rispondere dicendo che la nostra disponibilità da sola non era sufficiente a coprire l'intera richiesta degli organizzatori e che quindi stanti così le cose l'evento non si sarebbe potuto fare". Intanto già da martedì il sindaco, insieme all'assessore Franchin e agli colleghi della giunta comunale lavoreremo per capire se sarà possibile arrivare a un accordo, sollecitando anche gli organizzatori a trovare altre risorse o sponsor.