Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Carbonera, l'episodio poco dopo la mezzanotte di ieri in via Pino da Zara

RAPINA E PESTA UN 17ENNE: ARRESTATO 40ENNE DI TREVISO

Il giovane era in sella al suo scooter, spinto in un fosso e malmenato


CARBONERA - Stava facendo ritorno a casa in sella al suo scooter quando, poco dopo la mezzanotte in via Pino da Zara, a Vascon, è stato fermato da un uomo che lo ha spinto in un fossato e lo ha picchiato selvaggiamente. Vittima di questa brutale aggressione un ragazzo di 17 anni. Il giovane, nonostante indossasse il casco, ha riportato la frattura del setto nasale e varia contusioni alla spalla, con una prognosi complessiva di 25 giorni. Un automobilista di passaggio, vista la scena, ha subito avvertito la polizia mentre un 45enne in sella ad uno scooter ha indotto l'aggressore ad allontanarsi. Gli uomini delle volanti, giunti immediatamente sul posto, sono riusciti a rintracciarlo poco distante, mentre tentava di dileguarsi attraverso un campo. A finire in manette un 40enne trevigiano, Lorenzo Zanardo, già conosciuto alle forze dell'ordine. L'uomo, rinchiuso nel carcere di Santa Bona, dovrà rispondere di tentata rapina, lesioni, resistenza a pubblico ufficiale ed ubriachezza molesta.