Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Disposto un altro accertamento tecnico per la morte dell'85enne Albano Fraccaro

INVESTÌ E UCCISE UN EX PUGILE: UNA PERIZIA SVELERÀ LA DINAMICA

Alla sbarra per omicidio colposo il cittadno cinese di 53 anni Zou Meixiu


CASTELFRANCO VENETO – (gp) La verità sulla morte dell'ex campione di boxe Albano Fraccaro è ancora distante dalla soluzione. La dinamica dell'incidente stradale costato la vita all'85enne di Castelfranco Veneto, per il quale risulta imputato di omicidio colposo il 53enne cinese Zou Meixiu, per essere svelata avrà bisogno di una perizia super partes disposta dal giudice Leonardo Bianco. I consulenti di pubblico ministero e difesa sono infatti giunti a conclusioni diametralmente opposte: se per l'accusa l'imputato sarebbe pienamente responsabile del sinistro, per il legale dell'imputato ci sarebbe quantomeno un concorso di colpa alla base dell'investimento, se non una manovra errata della vittima. Sarà insomma una nuova perizia, a tre anni dall'incidente, a dover stabilire come si sia consumata la tragedia. I fatti risalgono al 15 aprile del 2011: erano da poco passate le 22.30 quando Fraccaro stava attraversando la strada regionale 53 all’altezza di via Poisolo a Castelfranco Veneto. Mentre si trovava quasi al centro della carreggiata, la Ford Escord guidata dal cinese lo centrò in pieno. Secondo la ricostruzione fatta dagli inquirenti, Fraccaro usciva da un incrocio secondario che si immette sulla regionale che collega Treviso a Vicenza. L'ex pugile doveva girare a sinistra per fare ritorno a casa e aveva attraversato la prima parte della carreggiata.

L'automobilista che proveniva da Vicenza, probabilmente per il buio e non tanto per la velocità, non si sarebbe accorto della presenza del ciclista e non sarebbe riuscito a evitarlo. L’anziano era stato caricato sul cofano dell'auto e scaraventato molti metri più avanti. Per Fraccaro purtroppo non c’era stato scampo: i traumi riportati in seguito all'impatto lo avevano in pratica ucciso sul colpo nonostante le cure degli operatori sanitari del Pronto soccorso dell’ospedale San Giacomo di Castelfranco, arrivati sul posto in una manciata minuti.