Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/183: IL TROFEO ROLEX SEGNA L'ORA DI PEDRO ORIOL

Lo spagnolo si aggiudica il primo titolo, secondo l'azzurro Gagli


GINEVRA - Tappa appetitosa del Challenge Tour, il Trofeo Rolex, si gioca dal 23 al 26 agosto al Golf Club di Ginevra, a Cologny, in Svizzera. Nasce nel 1921 il Golf Ginevra, con l’appoggio dei funzionari della Società delle Nazioni; ha un debutto modesto, un percorso situato su...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Si punta anche su potatura, concimanzione e monitoraggio digitale

VIGNETI SENZA FITOFARMACI GRAZIE A NUOVE TECNICHE E GPS

Il Consorzio del Prosecco docg vara il nuovo protocollo viticolo


TREVISO - Regole più stringenti ma anche tecniche da utilizzare nei vigneti e nuove tecnologie. Il Consorzio di tutela del Prosecco superiore Conegliano Valdobbiadene Docg rilancia le iniziative per ridurre l'utilizzo dei fitofarmaci nei vigneti, a favore di una viticoltura sempre più sostenibile. Per il quarto anno consecutivo il consorzio ha promosso il protocollo vitivinicolo: ovvero un vademecum per consigliare ai viticoltori i prodotti da usare o meno per i trattamenti. Beninteso: tutti le sostanze sono legali e autorizzate dal ministero della Salute, il documento, tuttavia, suggerisce l'utilizzo solo delle prime due classi, a minor impatto ambientale. Finora sono nove i Comuni che hanno adottato il protocollo (più Tarzo che lo approverà a giorni) su 15 dell'area. E i primi risultati sono soddisfacenti, come testimonia Innocente Nardi, presidente del Consorzio del Conegliano Valdobbiadene.

Il protocollo contiene però anche indicazioni sulle pratiche agronomiche: dalla concimazione alla potatura al diserbo, attività che, eseguite in modo corretto e nel momento più opportuno, possono rafforzare le “difese immunitarie” delle piante, limitando, in questo modo, la necessità di trattamenti. Tra i vari progetti messi in campo, si sta sperimentando anche l'utilizzo di appositi gps per monitorare in tempo reale le condizioni dei singoli appezzamenti, ribadisce Filippo Taglietti, tecnico del consorzio.

L'Ulss 7, dal canto suo, ha avviato la fase 2 della campagna di analisi sui possibili effetti sul metabolismo umano dell'utilizzo dei fitofarmaci: le 40 famiglie in cui, nel 2012, erano stati rilevati valori fuori norma o che abitano a breve distanza da grandi vigneti, tra marzo scorso e giugno saranno sottoposte ad una nuova serie di test per approfondire la questione.