Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/203: GARY WOODLAND È IL RE DEL PHOENIX OPEN

Vittoria allo spareggio, tra invasioni di campo e commoventi dediche


SCOTTSDALE (ARIZONA - USA) - dall’1 al 4 febbraio. È sul percorso del TPC, la sfida Waste Management Phoenix, l’Open supportato dalla Gestione dei Rifiuti, che, strano a dirsi, nell'economia dell'Arizona vale 389 milioni di dollari. Il montepremi è di 6.900.000 dollari,...continua

Cronaca
PILLOLE DI GOLF/202: AL FARMERS INSURANCE È IL GIORNO DI JASON DAY

Nel torneo al Torrey Pines si rivede anche il vero Tiger Woods


In California, nei due percorsi del Golf Torrey Pines, entrambi Par 72, si è giocato dal 25 al 28 gennaio, l’Open sostenuto dalla potente “Assicurazione Agricoltori” americana, con montepremi di 6.900.000 dollari, 1.200.000 dei quali, destinati al vincitore. Il Torrey...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/17: GARDAGOLF COUNTRY CLUB

Sulle colline attorno al lago si disputerà l'Open d'Italia


SOIANO DEL LAGO - È recente la notizia che l’Open d’Italia 2018 è stato assegnato a Gardagolf; andiamo ora a vedere dal vicino questo Club, la cui scelta è stata apprezzata dal gotha dirigenziale dell’European Tour.Di progetto squisitamente inglese (Cotton,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

ASCOLTA AUDIO: Il marito: "La detenzione di mia moglie? Un abominio"

SCARCERATA MARIA MARINI DOPO VENTUNO GIORNI DI DETENZIONE

Il Riesame fa cadere l'accusa di associazione finalizzata al terrorismo


BRESCIA – (gp) Maria Marini è stata scarcerata. Il Tribunale del Riesame di Brescia, come aveva fatto venerdì scorso per l'ex deputato trevigiano Franco Rocchetta e il leader dei Forconi Lucio Chiavegato, ha accolto il ricorso presentato dall'avvocato Luca Azzano Cantarutti e ha revocato la misura di custodia cautelare in carcere nei confronti della casalinga 57enne di Volpago del Montello (nelle foto assieme al marito Franco Marsura all'usscita del carcere veneziano della Giudecca). Con la decisione del Riesame escono dal carcere tutti i “secessionisti veneti” raggiunti dall'ordinanza di custodia cautelare il 2 aprile scorso, a parte Luigi Faccia. In contemporanea, il gip di Brescia ha anche revocato gli arresti domiciliari per la 26enne veronese Erika Pizzo. Come stabilito per Rocchetta e Chiavegato, secondo il Tribunale del Riesame sarebbe venuta meno anche per Maria Marini la gravità degli indizi di colpevolezza per l'associazione finalizzata al terrorismo. Il reato più grave, a questo punto, rimane quello legato (non per Maria Marini su cui questa contestazione non pende) alla costruzione del Tanko, motivo per cui i giudici bresciani ritengono che a questo punto, per competenza territoriale, del caso dei “secessionisti veneti” se ne debba occupare l'autorità giudiziaria di Padova. Secondo gli investigatori Maria Marini sarebbe stata “reclutata” da Patrizia Badii (leader del movimento dei Forconi e anche lei liberata) e avrebbe messo a disposizione dei vertici di “Alleanza” la cucina di casa come base logistica per il reclutamento dei militanti e il reperimento dei fondi necessari alla causa venetista.

 


Galleria fotograficaGalleria fotografica