Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Accusato di bancarotta fraudolenta un 57enne napoletano di Castelfranco Veneto

AZIENDA SVUOTATA PRIMA DEL FALLIMENTO: PATTEGGIA DUE ANNI

Secondo l'accusa sarebbe riuscito a distrarre beni per 3 milioni di euro


CASTELFRANCO VENETO – (gp) Due anni di reclusione con sospensione condizionale della pena. Questa l'entità del patteggiamento ottenuto dal titolare di una ditta di Castelfranco Veneto, dichiarata fallita il 4 marzo 2008, per il reato di bancarotta. L'uomo, un 57enne di Napoli difeso in aula dall'avvocato Fabio Crea, era accusato di aver distratto beni dalla società per un valore complessivo di oltre 3 milioni di euro. Nello specifico, in qualità di amministratore unico della società che si occupava di distribuzione all'ingrosso di materiale elettronico, l'imputato avrebbe distratto dal fallimento della ditta 18 mila dvd per un valore di 150.696 euro e altri 11.254 dvd per un importo di 56.270 euro. Ma le contestazioni della Procura di Treviso, nel corso della indagini, avevano contestato all'uomo altre distrazioni. Stando a quanto riportato nel capo d'imputazione, avrebbe inoltre distratto dal fallimento 60 mila Carte Cinema acquistate per complessivi 240 mila euro, un credito vantato dalla società fallita nei confronti di un'altra società (credito di 1.753.151,97 euro) mediante l'acquisto, per un prezzo indicato di 550.200 euro, dalla stessa Trade Impex di altre 60 mila Carte Cinema relative ad accesso a un sito internet di riferimento non più esistente. In un secondo momento avrebbe distratto altre 29.200 Crarte Cinema per un valore di 146 mila euro e un credito vantato dalla I Dogi spa (1.123.674,28 euro) effettuando un acquisto di 9 mila Moke per Microonde per 1 milione 125 mila euro quando il loro valore stimato sarebbe stato di 180 mila euro (distraendo dal fallimento dunque i restanti 945 mila euro). Infine avrebbe distratto merce varia per 933 mila euro e altri 191 mila relativi alla differenza tra il valore contabile di 28.466 dvd e il valore stimato dal curatore fallimentare che era di 142.330 euro.