Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Accusato di bancarotta fraudolenta un 57enne napoletano di Castelfranco Veneto

AZIENDA SVUOTATA PRIMA DEL FALLIMENTO: PATTEGGIA DUE ANNI

Secondo l'accusa sarebbe riuscito a distrarre beni per 3 milioni di euro


CASTELFRANCO VENETO – (gp) Due anni di reclusione con sospensione condizionale della pena. Questa l'entità del patteggiamento ottenuto dal titolare di una ditta di Castelfranco Veneto, dichiarata fallita il 4 marzo 2008, per il reato di bancarotta. L'uomo, un 57enne di Napoli difeso in aula dall'avvocato Fabio Crea, era accusato di aver distratto beni dalla società per un valore complessivo di oltre 3 milioni di euro. Nello specifico, in qualità di amministratore unico della società che si occupava di distribuzione all'ingrosso di materiale elettronico, l'imputato avrebbe distratto dal fallimento della ditta 18 mila dvd per un valore di 150.696 euro e altri 11.254 dvd per un importo di 56.270 euro. Ma le contestazioni della Procura di Treviso, nel corso della indagini, avevano contestato all'uomo altre distrazioni. Stando a quanto riportato nel capo d'imputazione, avrebbe inoltre distratto dal fallimento 60 mila Carte Cinema acquistate per complessivi 240 mila euro, un credito vantato dalla società fallita nei confronti di un'altra società (credito di 1.753.151,97 euro) mediante l'acquisto, per un prezzo indicato di 550.200 euro, dalla stessa Trade Impex di altre 60 mila Carte Cinema relative ad accesso a un sito internet di riferimento non più esistente. In un secondo momento avrebbe distratto altre 29.200 Crarte Cinema per un valore di 146 mila euro e un credito vantato dalla I Dogi spa (1.123.674,28 euro) effettuando un acquisto di 9 mila Moke per Microonde per 1 milione 125 mila euro quando il loro valore stimato sarebbe stato di 180 mila euro (distraendo dal fallimento dunque i restanti 945 mila euro). Infine avrebbe distratto merce varia per 933 mila euro e altri 191 mila relativi alla differenza tra il valore contabile di 28.466 dvd e il valore stimato dal curatore fallimentare che era di 142.330 euro.