Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Al centro le esigenze e le idee dei ragazzi, anche per orientare le loro future attività

CONCORSO SEDICITRENTA, LA CITTÀ DI TREVISO APRE AI PROGETTI DEI GIOVANI

Restituire la città ai giovani perchè possano colorarla con creatività


TREVISO - La città apre ai giovani, ai loro progetti, alle loro priorità: grazie al concorso SediciTrenta indetto dal Progetto Giovani del Comune di Treviso, col supporto tecnico della Cooperativa Insieme si può, chi ha un’idea da realizzare (in gruppo) ora ha una chance importante. Unici requisiti richiesti sono l’avere tra i 16 e i 30 anni (per questo il progetto si chiama SediciTrenta), presentarsi in gruppo e essere residenti nel Comune di Treviso o iscritti a un istituto superiore o facoltà universitaria della città (quest’ultima condizione deve valere per almeno il 50% dei componenti del gruppo).

Sono ammesse iniziative, realizzabili sia in forma di evento o spettacolo che di workshop o laboratorio, di qualsiasi genere: dallo sport, all’arte, cultura, musica, teatro, fotografia, architettura, nuove tecnologie, interculturalità, riciclo, sostenibilità ambientale, ecc.. Essenziale è che si tratti di iniziative senza fini di lucro, da realizzarsi tra luglio e settembre 2014 in uno spazio, chiuso o aperto, messo a disposizione dal Comune di Treviso (auditorium, palestre, sale espositive, piazze, ecc.). Gli spazi non saranno solamente quelli del centro storico, ma anche quelli esistenti nei quartieri fuori mura, per valorizzare la città nella sua interezza.

Tuttavia, non di semplice concorso si tratta: fino alla scadenza del bando (iscrizioni on line attraverso un format predisposto dall’organizzazione presente nel sito progettogiovanitv.it entro e non oltre il 14 giugno 2014), i partecipanti potranno avvalersi della consulenza degli operatori del Progetto Giovani, che offriranno un supporto e le competenze per la realizzazione di un vero e proprio business plan.

“Sono felice che questo concorso possa trovare realizzazione. – dichiara l’assessore alle Politiche sociali Liana Manfio – Penso infatti che le iniziative pensate per i ragazzi non possano essere calate dall’alto ma, al contrario, debbano crescere dal basso, pensate dai giovani per i giovani. L’amministrazione è pronta dunque a contribuire, mettendo a disposizione di volta in volta gli spazi e le strutture disponibili, ai progetti che verranno presentati”.

“E se qualche iniziativa dovesse rivelare lo spessore per diventare qualcosa di più per la città, - ha aggiunto Paola Pagotto, presidente della Cooperativa Insieme si può – la sosterremo. I ragazzi sanno essere creativi e innovativi, utilizzano linguaggi differenti: ci auguriamo che la gente sappia cogliere il nuovo che essi rappresenteranno con i propri progetti”.

Gli obiettivi del concorso sono diversi. In primis, c’è la volontà, che è poi anche la vocazione del Progetto Giovani, di dare ascolto a quelle che sono le esigenze e le idee progettuali dei ragazzi, anche per poter orientare le future attività in modo quanto più aderente possibile alle loro attese. Ma c’è anche un messaggio di apertura dell’amministrazione, che si traduce nel voler “restituire” la città ai più giovani, affinché possano “colorarla” con la loro creatività e sentirla così più propria.

E poi, grazie all’azione di tutoraggio che il Progetto Giovani attuerà, si vuole dare ai partecipanti la possibilità di mettersi in gioco nella realizzazione di un progetto, imparando a valutare tutti gli aspetti necessari; questa attività potrà essere utile a tutti, anche per chi non risulterà vincitore, poiché fornirà strumenti che potranno tornare utili anche in altri campi, come lo studio e il lavoro.

“Oltre a rappresentare un’opportunità, – ha spiegato Lisa Parpinelli, coordinatrice del Progetto Giovani di Treviso – il concorso rispecchia le finalità del nostro servizio: raccogliere le idee e i fermenti del territorio e stimolare i più giovani ad una cittadinanza attiva”.

E Mauro Negretto, operatore del Progetto Giovani di Treviso, ha aggiunto: “Il Progetto Giovani, in concerto con l’amministrazione, con SediciTrenta vuole trasmettere anche il messaggio che, se i più giovani hanno delle richieste, seguendo l’iter in modo legale, possono ottenere le risposte”.

Giovedì 26 giugno in assemblea plenaria con i partecipanti, a seguito della presentazione dei punti di forza e debolezza di tutti i lavori presentati, verrà reso noto l’esito del concorso e i progetti vincitori. I criteri che porteranno alla selezione delle proposte saranno la programmazione tempestiva della data di realizzazione, la pianificazione dettagliata delle varie fasi necessarie alla realizzazione, creatività e carica di innovazione, copertura delle spese di attuazione, capacità di rendersi autonomi nella gestione dell’iniziativa (recupero mezzi per il trasporto di eventuali attrezzature, allestimento e disallestimento se e quando previsti, organizzazione turni di pulizie, ecc.).

Le iniziative approvate saranno realizzate tra il 1 luglio e il 30 settembre 2014 e ciascun progetto potrà avere una durata che va da un minimo di uno ad un massimo di quindici giorni (laboratori, tornei sportivi, mostre, rassegne, ecc.), previo accordo con l’organizzazione e la disponibilità delle sedi indicate.

Il Progetto Giovani del Comune di Treviso sosterrà il concorso in tutte le sue fasi con una campagna di comunicazione mirata, con la pubblicazione sia nel portale www.progettogiovanitv.it che nelle pagine Facebook delle varie iniziative correlate al concorso, con la pubblicazione nel sito istituzionale del Comune di Treviso del calendario degli eventi premiati.

Un sostegno che si traduce anche in termini economici: la Cooperativa Insieme si può prevede il finanziamento dei singoli progetti (fino a un massimo di € 600,00) per una spesa complessiva di € 3.600,00 (la somma erogabile verrà valutata caso per caso dall’organizzazione). Tale finanziamento verrà elargito in modalità “rimborso spese” a fronte della presentazione di scontrini e pezze giustificative delle spese sostenute.