Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, allarme alle 11.30, inutili i tentativi di rianimarlo da parte del Suem118

DRAMMA IERI A SAN PAOLO: INFARTO LO UCCIDE A 31 ANNI

Gianluca Argenio, viveva con i genitori in viale Nazioni Unite


TREVISO - Un malore improvviso che non gli ha dato scampo. Gianluca Argenio, 31 anni, per tutti “Arge”, è morto così, stroncato da un infarto mentre si trovava all'interno della sua abitazione di via Santa Bona nuova. A trovare il suo corpo, disteso sulle scale che separano la stanza da letto e la cucina, è stata la madre Marisa quando da poco erano passate le 11.30. Si pensava ad un malore, inimmaginabile solo ipotizzare un infarto. Subito è partito l'allerta al 118: i paramedici del Suem hanno tentato inutilmente di rianimarlo sul posto. Gianluca non dava però nessun segno di ripresa. I tentativi proseguiranno per lunghi interminabili minuti, sia durante il tragitto tra viale Nazioni Unite al Ca' Foncello, sia all'interno del pronto soccorso del nosocomio. Per il 31enne non c'era però ormai nulla da fare.