Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

San Doną, utilizzavano moto da enduro, il 20 luglio 2013 il colpo all'Agip di Musile

ERANO IL TERRORE DEI BENZINAI ARRESTATI BANDITI-CENTAURI

In manette un 38enne di Fossalta ed un giostraio 24enne di Breda


SAN DONA' - Il 20 luglio dello scorso anno rapinarono il titolare del distributore Agip di Musile di Piave. Dopo mesi di pazienti indagini i carabinieri di San Donà hanno identificato gli autori del colpo: un operaio 38enne di Fossalta di Piave ed un giostraio 24enne residente a Breda di Piave. A tradirli un testimone che li ha visti fuggire in auto e l'esame del Dna. I banditi entrarono in azione all'orario di chiusura: giunsero presso l'area di servizio in sella a due moto da enduro e, armati di pistola a taglierino, costrinsero il gestore a consegnare loro l'incasso della giornata, circa 3mila euro. Un colpo messo a segno con le stesse modalità era avvenuto nei primi mesi di luglio 2013 a San Biagio di Callalta. Nel mirino il distributore della Ip. Fondamentale per le indagini il ritrovamento delle moto, entrambe rubate, a pochi km dal luogo in cui era avvenuta la rapina. Alcune tracce di sudore, repertate e inviate al Ris di Parma, ha permesso di arrivare al Dna dei banditi. Ora gli investigatori stanno vagliando altre rapine, finora irrisolte, di cui i due malviventi potrebbero essersi resi responsabili.