Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La rassegna promossa da Comune e Conservatorio potrebbe diventare un festival

SWING E BIG BAND NELLE PIAZZE, TREVISO VIBRA AL RITMO DI JAZZ

Il 3 e 4 maggio concerti in centro, abbinati a cibo di qualità


TREVISO - Treviso vibra al riitmo di jazz. Dopo il concerto di mercoledì 30 aprile al teatro Del Monaco, con le star Kenny Barron e Dave Holland, in occasione della giornata internazionale del jazz proclamata dall'Unesco, i suoni della musica nata negli Stati Uniti invaderanno la città sabato 3 e domenica 4 maggio. In senso letterale: la caratteristica principale della rassegna “Treviso street food e jazz”, infatti, è rappresentata dai concerti in alcune delle piazze e dei luoghi principali del centro storico: piazza Borsa, piazza San Vito, il Quartiere Latino, la Loggia dei Cavalieri. Tra le varie performance, quelle del contrabassista Nicola Bortolanza che in assetto quartetto proporrà un'antologia di musiche di opere da Broadway, del Blue note ensemble, della Steffani big band, formazione di 25 elementi del Conservatorio Steffani di Castelfranco. Ed ogni esibizione sarà abbinata a “cicchetti” tipici di qualità, curati dai locali Al Borsa, Basilico 13, DiVino Osteria, Med.

Ad organizzare la kermesse, proprio il conservatorio castellano, insieme al Comune. Così il direttore dell'università musicale, il maestro Paolo Troncon, auspica che l'iniziativa possa trasformarsi in un vero e proprio festival a cadenza annuale. Proposta prontamente raccolta dall'assessore alla Cultura, Luciano Franchin.