Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Ma il 2013 è stato pessimo per il turismo e crollano le vendite di auto

LA CRISI DEL COMMERCIO TREVIGIANO SI ALLEGGERISCE

Segnali di miglioramento dall'Osservatorio di Confcommercio


TREVISO - Segnali di vita dal terziario trevigiano. Nessuna ripresa sia chiaro e molte voci ancora negative, ma nella periodica analisi dell'Osservatorio dei consumi di Confcommercio Treviso si moltiplicano gli indizi della fine della caduta: nei primi tre mesi dell'anno le vendite sono in calo per il 54% degli imprenditori, contro il 61% del trimestre precedente e il 76% di un anno fa; stessa tendenza per il fatturato; la liquidità aziendale rimane negativa per il 50% delle aziende rispetto al precedente 60%. Anche sul fronte dei consumatori cresce l'ottimismo: più della metà del campione (53%) non rimanda più gli acquisti importanti, mettendo al primo posto delle spese viaggi, vacanze e sport. Tanto che Vittorio Filippi, curatore della rilevazione, parla di “alleggerimento univoco e concorde in tutti gli indicatori”.

Con però due vistose eccezioni: il turismo e l'automobile. Per il primo, addirittura, il 2013 può essere annoverato come l'anno peggiore tra quelli recenti”, sottolinea Federico Capraro, presidente del Gruppo albergatori trevigiani, con un calo medio di presenze del 2,6%. “Ed il 2014 si è aperto all'insegna della medesima, pessima prospettiva”, nota Capraro.

L'altro settore in forte sofferenza è quello delle automobili: 8mila vetture in meno vendute l'anno scorso nella Marca, il calo maggiore tra le province del Veneto, a sua volta la più in contrazione tra le regioni del Nord.

Il presidente provinciale della Confcommercio, Guido Pomini, tuttavia guarda al bicchiere mezzo pieno e, elogiando riforma dell'apprendistato e il provvedimento per lasciare 80 euro in più in busta paga ai lavoratori, chiede strumenti più adeguati per le imprese per affrontare i cambiamenti del mercato.