Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Avevano rubato 280 kg di rame per un valore ingente, danni per 40mila euro

IN CELLA I "PREDONI DEI CIMITERI" BLITZ DELLA POLIZIA A MASERADA

Arrestati tre romeni, avevano smontato le grondaie della chiesetta


MASERADA - Avevano completamente saccheggiato il cimitero di Maserada, smontato le grondaie in rame della chiesetta interna al camposanto e trafugato altri piccoli oggetti dalle tombe. A finire in manette, all'alba di oggi, tre romeni di 46, 23 e 36 anni, Stefan Maria Brezoianu, Iulian Ifrim e Florin Mocanu: sono loro i componenti di una banda che si sospetta possa aver messo a segno altri raid simili nelle scorse settimane sia in provincia di Treviso ma anche nel vicentino, nel padovano ma anche a Pordenone e Udine. Ad arrestare il gruppo di stranieri è stata la terza sezione della squadra mobile che da gennaio presidiava, nella notte, alcuni cimiteri della Marca, i probabili obiettivi da colpire dei malviventi. Poco dopo la mezzanotte una delle tre pattuglie impiegate per questo monitoraggio ha notato i tre romeni giungere al cimitero di Maserada a bordo di una station wagon: una volta scavalcato il muro di cinta, si sono messi al lavoro per smontare le grondaie, muniti di attrezzi, poi abbandonati sul posto. A lavoro finito i tre si sono allontanati, hanno riportato a casa uno dei componenti del gruppo, a Vazzola ed in due sono ritornati a Maserada a prendere la refurtiva, già pronta per essere caricata in auto. Qui ad attenderli hanno trovato la polizia che ha stretto le manette ai polsi dei due stranieri ed in seguito hanno arrestato pure il terzo componente, la cui abitazione di Vazzola è stata perquisita. I "predoni" erano già riusciti a caricare in auto circa 280 kg di rame per un valore complessivo di circa 15mila euro. I danni provocati sono però molto più ingenti e superano di gran lunga i 40mila euro.

Galleria fotograficaGalleria fotografica