Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Inutile l'ultima partita casalinga, Venezia è già fuori dai playoff

LA REYER OGGI GIOCA CONTRO ROMA SOLO PER DIFENDERE L'ONORE

Markovski: "Spero che i tifosi vogliano salutarci", diretta su Veneto Uno


VENEZIA - Già fuori da ogni speranza di partecipazione ai playoff, la Umana Reyer Venezia oggi alle 17 è al Taliercio per affrontare l'Acea Roma. Così coach Zare Markovski: "Roma è una squadra fisica, dove Jones fa la differenza per duttilità e fisicità. Con l’arrivo di Mayo e l’uscita di Taylor hanno cambiato modo di giocare perché sono due giocatori con caratteristiche contrapposte. Noi dobbiamo cercare di scontrarci con loro a viso aperto, esattamente come abbiamo fatto all’andata, provando a punire la loro supremazia in termine di intensità e chili, con la qualità dei nostri numeri 4 come all’andata. Se fisicamente sapremo reggere l’urto di Roma saremo a metà dell’opera. Io credo che il nostro pubblico sia sempre stato a fianco della squadra quindi spero che tutti vogliano essere presenti per l’ultima gara casalinga, per salutare la squadra che ci ha rappresentato quest’anno e che ha dato anche buoni spunti di soddisfazione, seppure mancando di continuità per tutta una serie di problemi."

 

Diretta su Veneto Uno.