Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Lucciola ungherese di 20 anni conferma le accuse contro Bela Balogh e Marton Kiss

"DOVEVO DARE LORO 400 EURO A SERA O MI AVREBBERO UCCISO"

I due connazionali sono in carcere per sfruttamento della prostituzione


TREVISO – (gp) “Erano violenti. Se non davo loro 400 euro a sera mi picchiavano e mi dicevano che mi avrebbero ucciso. E per guadagnare di più mi costringevano a rapporti non protetti”. Parole della 20enne ungherese che ha fatto arrestare i suoi presunti aguzzini, accusandone uno di averla anche stuprata. La giovanissima è stata sentita nel corso di un incidente probatorio confermando le accuse che avevano portato all'arresto per sfruttamento della prostituzione dei due connazionali Bela Balogh, 27enne difeso dall'avvocato Simone Guglielmin, e Marton Kiss, 34enne difeso dall'avvocato Sossio Vitale, al quale vengono anche contestati i reati di violenza sessuale e lesioni. Per la prima volta dopo l'arresto la prostituta è stata messa faccia a faccia con i presunti protettori. La 20enne, rispondendo alle domande di pm e difensori degli indagati, si sarebbe però anche contraddetta su alcune circostanze. Motivo per cui le difese sembrano fiduciose nel riuscire a minare la credibilità della testimonianza in vista del processo. Davanti al gip Gioacchino Termini era attesa anche un'altra lucciola, che assieme alla ventenne si era ribellata: la sua mancata comparizione ha fatto scattare l'accompagnamento coatto per fine maggio, quando si chiuderà l'incidente probatorio. Era il primo aprile scorso quando la giovane ungherese, mentre attendeva i clienti a Mogliano Veneto, fermò una volante della Questura di Venezia per denunciare quello che da tempo subiva assieme all'amica. Agli agenti di Polizia la giovane “ribelle” raccontò che veniva segregata in una camera d'albergo a Mogliano Veneto. I poliziotti, facendo irruzione nel luogo indicato dalla lucciola, trovarono sia l'altra prostituta che i due aguzzini i quali avevano già saldato in contanti i 1.134 euro del conto dell'albergo e si stavano preparando a scappare intuendo che una delle ragazze si era rivolta alle forze dell'ordine.