Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Accusato di peculato, avrebbe distratto 197 mila euro dalle casse della scuola

FALSI SUPPLENTI: AMMINISTRATORE SCOLASTICO FINISCE IN MANETTE

Arrestato dalla squadra mobile 52enne di Carbonera, Davide Gabrieli


TREVISO - Dal 2002 al 2012 è riuscito a sottrarre, dalle casse del l'istituto comprensivo Povegliano-Villorba, che raggruppa 9 scuole trevigiane tra elementari e medie, ben 197 mila euro. Ad essere arrestato dalla squadra mobile per peculato e accesso abusivo a sistema informatico il dirigente dei servizi generali amministrativi, Davide Gabrieli, 52enne residente a Carbonera. Nell'ambito dell'operazione sono state sequestrate dalla Guardia di Finanza due abitazioni, a Carbonera e a Trieste, ed una Mercedes di grossa cilindrata. L'indagine, partita nei primi giorni di aprile, ha smascherato l'economo infedele che agiva con questa tecnica: effettuava bonifici su suoi conti correnti, alcuni cointestati con la madre, facendoli passare come rimborsi per supplenze mai eseguite. Il 52enne, in possesso delle password del sistema informatico dell'amministrazione, era in grado poi di far sparire il nominativo del fantomatico supplente dalla lista, lasciando solo traccia del bonifico effettuato. Impossibile, senza un'analisi certosina, scoprire gli ammanchi. La vicenda è stata scoperta per caso da una dipendente della scuola che era andata dall'indagato, a casa per malattia, per prendere le chiavi della cassaforte. Ha così notato sul campanello della casa un cognome (quello della madre dell'indagato) che aveva spesso visto nella lista dei pagamenti per i supplenti, ma che nessuno aveva però mai conosciuto. Così la dipendente ne ha parlato col direttore del Comprensorio, Emanuela Pol che, dopo un sommario accertamento che ha avvalorato i sospetti, si è rivolto alla polizia. L'indagato, considerato nell'ambiente scolastico un professionista integerrimo, vive solo con la madre e conduceva una vita sopra le sue possibilità, non privandosi di nulla: vacanze in resort ed auto di lusso, ristoranti e anche centro benessere pagando 7 mila euro per un soggiorno esclusivo di massaggi. Le indagini proseguono per verificare se oltre alle decine di inesistenti supplenti, l'economo scolastico, che ha anche un conto corrente in Svizzera, si sia accaparrato illegalmente di ulteriore denaro con altri espedienti.


Galleria fotograficaGalleria fotografica