Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, continua l'indagine della squadra mobile: caccia ad un complice?

SOLDI ALLA MADRE SENZA PATENTE PER "CORSO DI SICUREZZA STRADALE"

Davide Gabrieli ha ammesso gli ammanchi e rimborserą l'istituto


TREVISO - Davide Gabrieli, il 52enne ormai ex dirigente dei servizi generali amministrativi dell'istituto comprensivo Povegliano-Villorba, ha ammesso davanti al gip di aver sottratto somme destinate a supplenze e progetti scolastici ed ha inoltre promesso di restituire interamente i 197mila euro che si è intascato dal 2002 al 2012. Il denaro, attraverso bonifici inviati dal sistema informatico di cui l'uomo deteneva le password, finiva nei suoi conti correnti sotto forma di rimborsi, solitamente intestati alla madre, Maria Omari. Dalle indagini emerge anche un particolare singolare: un bonifico fu versato all'anziana per un fantomatico corso sulla sicurezza stradale ma lei, pur intestataria della Mercedes del figlio, non ha mai avuto la patente. L'indagine della squadra mobile ad ogni modo prosegue per accertare la presenza di eventuali complici del 52enne. Non è da escludere che lo stesso istituto comprensivo possa avviare un'indagine interna ancor più accurata sul sistema informatico utilizzato dall'uomo: forse, si sospetta, le somme stornate potrebbero essere superiori a quelli accertati.