Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

16 appuntamenti, fino a luglio, in 12 Comuni tra Riviera del Brenta e Miranese

PAESAGGIO CON UOMINI, LA CULTURA ENTRA NELLE FABBRICHE DEL VENEZIANO

Venerdì 9 maggio a Spinea "Le giovani parole" di Mariangela Gualtieri


MIRANO - Il teatro e la musica, la letteratura e la poesia, ma anche reading e docufilm, vanno in scena nelle fabbriche e nelle campagne del veneziano, tra le aule di una scuola elementare, fino alle ville storiche. La comunità di Paesaggio con Uomini attraversa il territorio tra Riviera del Brenta e Miranese, proponendo incontri fra spettatori e artisti.

Cristina Palumbo, direttore artistico della rassegna presenta ai microfoni di Alessandra Ghizzo l’ottava edizione del programma ideato da Echidna/paesaggio culturale, frutto di una  

programmazione culturale condivisa dalla rete di soggetti pubblici e privati chiamata A-UTOPIE.

Per l’edizione 2014 sono Campagna Lupia, Campolongo Maggiore, Fiesso D'Artico, Fossò, Martellago, Mirano, Noale, Pianiga, Salzano, Santa Maria di Sala, Scorzè e Spinea, i Comuni coinvolti dal programma, promosso in partnership con la Fondazione di Comunità Riviera – Miranese, e la collaborazione di numerosi soggetti privati.

L’inaugurazione con Mariangela Gualtieri, il 9 maggio a Spinea All’insegna dell’incontro fra teatro e poesia il primo appuntamento – per la sezione Versi/Diversi – è in programma venerdì 9 maggio alle 21. Mariangela Gualtieri propone Le Giovani parole,

all’oratorio S. Maria Assunta di Spinea. L’attrice-poetessa dà vita ai propri versi, riunendo in scena tre movimenti. Nella prima parte propone il Sermone ai cuccioli delle mia specie, un testo che ha il tono accorato e riflessivo dei sermoni, dedicato a tutti coloro che dell’infanzia avvertono la potenza e la meraviglia, il dono e la leggerezza, ma anche la minaccia che su di essa incombe.

Nella parte centrale la Gualtieri riprende i temi della natura e dell’amore, fino ai più recenti inediti, mentre a chiudere sarà Bello mondo, un luminoso e sfaccettato grazie che, partendo da un poema di Borges, prosegue intrecciando versi della Gualtieri stessa e componimenti di poeti amati.  

 

Si consolida il percorso Il Lavoro fa cultura che porta il teatro all’interno dei luoghi attivi della produzione, non solo ispiratori di temi e poetiche ma protagonisti degli spettacoli. Cinque fabbriche, una barchessa-ristorante e un’azienda agricola sono palcoscenico di spettacoli ma propongono anche agli spettatori la scoperta dei siti, attraverso visite guidate, cene e degustazioni.

Venerdì 16 maggio, Giuliana Musso inventa e costruisce ad hoc, grazie all’incontro con Cà Dei Sarti di Noale, il reading inedito Capi su misura. Del cucire e altre storie.

Mentre alla Filanda Romanin Jacur di Salzano si arriva il 24 maggio con I Racconti del Filo, in cui l’associazione culturale Arte-mide “cuce insieme” le vite e le vicende di alcune merlettaie dei secoli scorsi.

Venerdì 30 maggio, nella sede della Novarex di Martellago, Tiziana Di Masi va in scena con Tutto quello che sto per dirvi è falso, un reportage teatrale sulla contraffazione del Made in Italy.

All’azienda agricola Casa Pranovi di Fossò (6 e 7 giugno) il Teatro delle Ariette porta il suo amatissimo e richiestissimo Teatro da mangiare?, in cui gli spettatori sono chiamati a diventare commensali degli attori, seduti con loro attorno ad uno stesso tavolo, mentre si preparano lo spettacolo e la cena. Altro importante appuntamento dedicato al cibo e alla cucina sempre il 6 giugno, questa volta nella sede della Arredo 3 di Scorzé, dove Loris Contarini “amalgama” Mantecato Reading, un excursus letterario sul mondo dei sapori, fino a ricette scritte alla maniera di Kafka, Omero, Marlowe ed Achille Campanile.

Nei siti della fabbrica di colori Pasuto, a Santa Maria di Sala e Massanzago, Tam Teatro Musica, incontra i protagonisti dei quadri di Chagall e attraversa le loro storie con Anima Blu (14 giugno).

Roberta Biagiarelli propone due racconti legati alla natura e all’agricoltura. La sede dell’azienda Caffè Gambato di Mirano ospita il road movie nato tra il Trentino e la Bosnia, La transumanza della Pace, con la stessa Biagiarelli e Giovanni Battista Rigoni Stern (20 giugno), mentre il giorno successivo l’attrice sarà di nuovo in scena all’Agriturismo Corte Giove di Campagna Lupia, per uno spettacolo con cena: L’altra opera. Giuseppe Verdi agricoltore propone il volto meno conosciuto del compositore, impegnato tutta la vita come imprenditore agricolo.

Proprio alla Kelemata, azienda cosmetica di Martellago, Antonella Questa porta in scena Vecchia Sarai tu (28 giugno): un monologo per tre protagoniste di tre generazioni e un solo affondo sul tema tabù dell’invecchiamento femminile.

Ultimo appuntamento della sezione Il Lavoro fa cultura ancora dedicato al cibo e alla cucina: il 4 luglio, alla Barchessa Barbarigo di Fiesso d’Artico Pantakin Circo Teatro e il Teatro del Pane preparano Circo Souflé / cena con sposi.

 

Il 26 e 27 maggio, due appuntamenti speciali dedicati ad alcune classi elementari della Scuola G. Marconi di Bojon di Campolongo Maggiore, per avvicinare i bambini alla magia senza tempo dell’arte scenica. Una nuova esperienza di Paesaggio condotta da Rosanna Sfragara del Collettivo Progetto Antigone, che racconterà ai più piccoli la tragedia che dà il nome al collettivo, attraverso un originale racconto-laboratorio: Parole e Sassi.

 

Fra gli eventi più attesi, gli appuntamenti del 9 e 10 luglio. Un gruppo di artisti guidati da Giuliana Musso si fermeranno a Mirano per raccontare il dietro le quinte del loro lavoro, incontrare i cittadini e portare in scena una nuova tappa del progetto autoprodotto dedicato alla Medea di C. Wolf: Medea. La città ha fondamento sopra un misfatto. Le serate si inseriscono nel progetto Bel-Vedere, percorso partecipato tra cittadini, operatori e artisti in atto al Teatro Belvedere di Mirano, che, grazie alla condivisione del Comune di Mirano, si candida a diventare luogo “motore” di idee

innovative per rigenerare il tessuto culturale, sociale ed economico del territorio: una sfida in cui è impegnata attivamente anche l’Associazione Echidna.

 

Ricca di suggestioni anche l’ultima tappa, dove saranno i luoghi a parlare: Visioni e Barene è proposto a bordo di un battello da Valle Cornio fino all’isola Pellestrina. La comunità dei cittadini aderenti e fondatori del Progetto Bel-Vedere propone un viaggio che lega la terraferma alla parte della laguna Sud meno conosciuta: si viaggerà, si visiteranno La casa del Pescatore e si cenerà a Pellestrina, con ritorno previsto dopo il tramonto.

 

Biglietti e Carnet:

carnet con 5 spettacoli a scelta al costo di 45,00 euro o il Tour-8 spettacoli (9, 16, 24, 30 maggio – 6,14, 28, giugno - 9,10 luglio) a 75 euro. Sono esclusi dal carnet gli spettacoli Teatro da mangiare? – Giuseppe Verdi Agricoltore – Circo Souflè.

 

Info e prenotazioni www.echidnacultura.it


Intervista di Alessandra Ghizzo.