Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/227: JUSTIN THOMAS SENZA RIVALI AL BRIDGESTONE INVITATIONAL

Il terzo evento del circuito World Golf Championship


AKRON (USA) - È Francesco Molinari a godere il favore degli spettatori. Lo divide con il leader mondiale Dustin Johnson, che di WGC ne ha già conquistati cinque. Anche Tiger Woods, riemerso grazie alla bella prestazione nell’Open Championship, è atteso con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/226: UN BEL COMPLEANNO FESTEGGIATO SUL FAIRWAY

Torneo e party in onore di Luigino Conti, patron di Ca' della Nave


MARTELLAGO - Una Louisiana a due, per festeggiare il genetliaco di Luigino Conti, direttore del Club Cà della Nave, persona che sa farsi benvolere.Luigino, che ormai da tre anni ha assunto la dirigenza del Circolo trovando nel suo cammino un mare di difficoltà, è riuscito a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/225: CON L'ACI SI GIOCA NEL BOSCO DELLA SERENISSIMA

Al Golf Cansiglio il torneo promosso dall'Automobile Club


TAMBRE D'ALPAGO - L’Automobile Club d’Italia ha cura dei propri soci: al di là del suo compito d’istituto su tutto quanto è attinente all’automobile, mette a loro disposizione un Campionato italiano di Golf, che gira da aprile ad agosto, su 28 tra i...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Dopo due mesi torna in libertą (con l'obbligo di firma) un 27enne trevigiano

LAP DANCER MOLESTATE E BOTTE AL BUTTAFUORI: TOLTI I DOMICILIARI

Disposta una perizia sulle ferite della vittima: forse non perderą un occhio


PREGANZIOL – (gp) Dopo quasi due mesi trascorsi agli arresti domiciliari, è tornato in libertà (con il solo obbligo di firma giornaliero) il 27enne trevigiano accusato di lesioni gravi e violenza a pubblico ufficiale dopo aver seminato il panico al night club “New Mille Lire” di Preganziol molestando prima le ballerine del locale e poi aggredendo i proprietari e un addetto alla sicurezza che lo volevano allontanare. Difeso dagli avvocati Alessandra Nava e Salvatore Cianciafara, l'uomo ha ottenuto l'alleggerimento della misura cautelare sancita dal tribunale del Riesame di Venezia. Una decisione frutto anche del miglioramento delle condizioni della vittima: il buttafuori, colpito con un pugno al volto, rischiava seriamente di perdere un occhio e i sanitari del Ca' Foncello, in cui venne ricoverato, sembrano fiduciosi nel recupero dell'uomo. Nel frattempo la Procura di Treviso ha conferito un incarico per stabilire la reale gravità delle lesioni riportate dal buttafuori, la prognosi e i tempi di recupero. Un accertamento necessario per sostenere l'accusa in vista del processo.