Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Oltre 500 partecipanti al convegno di Formazione Unindustria

IL FUTURO DEL BUSINESS USA INTERNET IN MOBILITÀ

Sempre più aziende puntano sulle applicazioni dei nuovi apparecchi


TREVISO - Sempre più aziende, anche nella Marca, utilizzano le nuove applicazioni di internet in mobilità. Smartphone e tablet assumono un ruolo sempre più pervasivo sia nell'organizzazione del lavoro e nelle comunicazioni con i propri tecnici o i propri agenti, ma anche nel rapporto con i clienti e i negozi di vendita.

Al tema Unisef, la divisione Formazione di Unindustria Treviso, ha dedicato un'intera giornata di approfondimento che ha richiamato oltre 500 partecipanti, nell'ambito di un ciclo di seminari riservati alle nuovi media. Partendo da esempio concreti di applicazione: Fassa Bortolo, tra i maggiori produttori italiani di intonaci e materiali per l'edilizia, da tempo aggiorna i suoi rappresentanti “in mobilità” sulla eventuali problemi nella riscossione dei crediti dei diversi clienti. Gli autisti del gruppo, inoltre, possono consultare un apposito database per individuare i cantieri dove consegnare i silos di intonaco.

Il gruppo Benetton, invece, sta sperimentando forme di commercio elettronico “avanzato”, dando la possibilità ai clienti dei negozi di vedere, sugli schermi portatili, i capi delle collezioni ed eventualmente effettuare gli ordini.

Ma la vera novità, spiegano gli esperti, sta nel cosiddetto “internet degli oggetti”, ovvero la comunicazione tra dispositivi mobili ed altre apparecchiature: chip inseriti nelle confezioni di alimenti al supermercato che inviano ricette a tema sul telefonino o collegamenti sui giornali con cui è possibile accedere a ulteriori contenuti.

Aton, società trevigiana leader nel settore, ha messo a punto reti di sensori in grado di individuare in tempo reale il punto preciso eventuali perdite in un acquedotto o in un oleodotto e segnalarlo ai tecnici.

Questa diffusione, tuttavia, ha ribadito Norberto Patrignani, docente al Politecnico di Torino e alla Cattolica di Milano, pone anche problemi etici “sulla gestione dei dati, la loro tracciabilità, il loro uso legittimo, il diritto all'oblio di un soggetto”.


Galleria fotograficaGalleria fotografica