Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il gip ha alleggerito la misura cautelare dagli arresti domiciliari al divieto di dimora

DAVIDE GABRIELI ╚ LIBERO, MA NON POTR└ AVVICINARSI ALLA SCUOLA

Continuano le indagini per capire se ci siano stati eventuali complici


TREVISO – (gp) Davide Gabrieli è tornato un uomo libero. L'ammissione delle proprie responsabilità, la collaborazione con la magistratura, la promessa di restituzione dell'intera somma sottratta e le condizioni di salute hanno permesso al 52enne di Carbonera, arrestato con l'accusa di peculato per aver sottratto 197 mila euro dalle casse dell'istituto comprensivo di Povegliano e Villorba, di lasciare gli arresti domiciliari. Il gip ha sciolto la riserva (il pm Iuri De Biasi aveva dato parere favorevole) alleggerendo la misura di custodia cautelare nel solo divieto di dimora proprio nei comuni di Povegliano e Villorba. I legali dell'uomo, gli avvocati Massimo Benozzati e Michele Perissinotto, avevano sottolineato che a questo punto dell'indagine e a fronte dell'esito dell'interrogatorio di garanzia, la possibilità di reiterazione del reato era venuta meno. L'importante infatti, come pensava anche la Procura di Treviso, è che Gabrieli non potesse avvicinarsi alle scuole di cui curava l'aspetto contabile. Pericolo che già la dirigenza scolastica aveva evitato disponendo la sospensione temporanea del 52enne. L'indagine però non è affatto al termine. In primis sarà necessario accertare l'esatto importo sottratto (che secondo il diretto interessato sarebbe minore rispetto alle contestazioni) e le modalità con cui è stato possibile appropriarsi in dieci anni di quasi 200 mila euro. Da questo punto di vista potrebbe essere presa in esame anche la sfera dei controlli che non ci sarebbero stati, o comunque non sufficienti da permettere che l'illecito contestato si verificasse. Gabrieli, come hanno sottolineato i suoi legali, si è assunto tutte le proprie responsabilità non cercando di scaricare colpe su altre persone. La dirigenza scolastica con ogni probabilità avvierà un'indagine interna sul sistema informatico utilizzato dall'uomo. E non è escluso che il ministero possa inviare degli ispettori per capire come sia possibile che nessuno si possa essere accorto di nulla. Si tratterebbe comunque dell'azione di un singolo, Gabrieli appunto, che sul “sistema paghe” avrebbe avuto piena autonomia senza la complicità di terzi, circostanza su cui sta lavorando la squadra mobile.