Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Un 37enne veneziano č stato portato in galera per scontare una pena di 3 mesi

DALLA CARITAS AL CARCERE PERCHČ GUIDAVA IN STATO D'EBBREZZA

Non poteva nč pagare nč opporsi ai 15 mila euro del decreto penale


TREVISO – (gp) Da tempo, per colpa di problemi economici che l'avevano ridotto sul lastrico, viveva alla Caritas di via Venier a Treviso. E proprio per la mancanza di denaro è finito in carcere. Colpa delle sue condotte negli anni scorsi che l'hanno portato ad accumulare 15 mila euro di sanzioni per guida in stato d'ebbrezza. L'uomo, un 36enne veneziano, è stato trasferito nel carcere di Santa Bona per scontare i tre mesi di pena per essere stato beccato ubriaco al volante con un tasso di poco superiore al limite di 0,5 g/l. Non potendo pagare per commutare la pena detentiva in pecuniaria (ovvero saldare i 15 mila euro di decreto penale di condanna al posto di due mesi di reclusione) e nemmeno affidarsi a un legale per presentare opposizione, il 37enne si è visto costretto a scontare la pena in carcere. Fatti che risalgono al 2008 e che ora hanno presentato il conto.