Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

San Biagio, nello zainetto 82 grammi di marijuana, un centinaio di dosi già pronte

STUDENTE 16ENNE ARRESTATO: ERA IL PUSHER DELLA MOVIDA

Sabato notte è stato fermato dai carabinieri all'esterno del Supersonic


SAN BIAGIO - Uno studente montebellunese di 16 anni è stato arrestato sabato notte dai carabinieri all'esterno della discoteca "Supersonic" di San Biagio di Callalta: il giovanissimo, con precedenti alle spalle per reati contro il patrimonio, è stato portato presso il carcere minorile di Treviso. Da tempo gli investigatori erano sulle sue tracce: al momento del blitz il 16enne aveva con sè, nel suo zainetto, circa 82 grammi di marijuana, distribuita in un centinaio di dosi pronte per essere spacciate all'interno e all'esterno della discoteca e negli altri locali della zona. L'indagine dei carabinieri di Treviso e Montebelluna è partita dopo alcuni piccoli sequestri di droga ad altrettanti clienti del giovanissimo pusher. Le cessioni avvenivano quasi sempre nei pressi dei locali della movida dei giovani trevigiani. Il 16enne, sabato sera, era arrivato a San Biagio in compagnia di alcuni amici maggiorenni: prima di essere arrestato era già riuscito a smerciare dosi di marijuana per un totale di circa 75 euro che gli sono stati sequestrati.