Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/182: ANCORA DOMINIO USA ALLA SOLHEIM CUP 2017

In Iowa la più importante gara del tour femminile


TREVISO - Solheim Cup 2017: siamo al corrispondente femminile della Ryder Cup, la gara più importante per “l’altra metà del cielo”, che contrappone le più forti atlete europee a quelle americane. Si gioca ogni due anni, alternativamente in Europa e negli Stati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

ASCOLTA AUDIO Almeno 14 colpi nel vicentino nel 2013, era ricercato da mesi

PRESO IL BASISTA DELLA BANDA CHE TERRORIZZAVA GLI ANZIANI

Scende dall'aereo al Canova, la polizia cattura romeno 32enne


TREVISO - E' sceso dall'aereo che da Bucarest lo aveva portato a Treviso, all'aeroporto Canova: erano circa le 7 del mattino. Dopo aver consegnato i documenti agli agenti della polizia aeroportuale per un normalissimo controllo, per lui sono scattate, inesorabili, le manette. Stazian Bocianu, 32enne romeno, è stato arrestato su ordine di carcerazione emesso da parte del tribunale di Vicenza: era lui il basista di una banda composta da otto cittadini romeni, tra cui due donne, che si sarebbe resa responsabile, nell'arco del 2013, di ben 14 aggressioni ai danni di anziani che venivano derubati di gioielli o del portafogli. L'uomo, residente a Monticello Conte Otto, ospitava presso la sua abitazione i connazionali malviventi e avrebbe anche agito lui stesso nei colpi. Gli episodi sono avvenuti a Isola Vicentina, Bassano, Schio, Caldogno, Tezze sul Brenta, Romano d'Ezzelino e Vicenza. La tecnica era quasi sempre la stessa. I malviventi offrivano all'anziano di turno collanine o altri oggetti oppure chiedevano informazioni, lo distraevano e poi lo derubavano del portafogli o di eventuali gioielli. Il 32enne, dopo gli arresti che avevano portato a disarticolare la banda, era riuscito a fuggire in Romania: pensava forse che ormai le acque si fossero calmate e forse per questo si era deciso a fare ritorno in Italia. Le parole del dirigente della polaria, Stefania Niro.