Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Inflitti 4 anni al 24enne Emanuel Lika e 2 anni e 6 mesi al 20enne Bruxhino Murati

VENTI VILLETTE SVALIGIATE IN UN SOLO MESE: METÀ BANDA PATTEGGIA

Indrit Saliu, arrestato in Grecia, verrà estradato in Italia a breve


SAN POLO DI PIAVE – (gp) Nel giro di appena un mese, nel settembre dello scorso anno, avrebbero svaligiato 20 villette a cavallo delle province di Treviso e Pordenone. Per due dei quattro componenti della banda albanese è arrivato il conto con la giustizia: comparsi di fronte al gup Angelo Mascolo, il 24enne Emanuel Lika (difeso dall'avvocato Fabio Crea) ha patteggiato 4 anni di reclusione mentre il 20enne Bruxhino Murati (difeso dall'avvocato Guido Galletti) ha patteggiato due anni e sei mesi. L'avventura criminale della banda era terminata i 3 ottobre scorso quando i carabinieri di San Polo di Piave, dopo l'ultimo colpo messo a segno a Pravisdomini, erano stati fermati a bordo di una Renault Clio nera risultata rubata qualche giorno prima a Ponte di Piave. All'interno dell'auto e nell'abitazione degli albanesi successivamente perquisita, i militari avevano rinvenuto buona parte del bottino dei colpi messi a segno nelle settimane precedenti: pc, gioielli, borse, orologi e contanti del valore di diverse migliaia di euro. Lika e Murati rimasero in carcere mentre il 23enne Indrit Saliu e il 27enne Ilir Kokaj riuscirono a far perdere le loro tracce. Spiccato un mandato di cattura europeo per entrambi, nei giorni scorsi anche Indrit Saliu è finito nella rete delle forze dell'ordine. Il 23enne è stato infatti arrestato in Grecia e verrà estradato in Italia: prima farà tappa nel carcere romano di Rebibbia per sbrigare le formalità del rientro in Italia e poi verrà trasferito a Treviso per essere processato. Al momento di Kokaj non c'è ancora nessuna traccia ma gli inquirenti sono fiduciosi di poterlo acciuffare al più presto.