Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Inflitti 4 anni al 24enne Emanuel Lika e 2 anni e 6 mesi al 20enne Bruxhino Murati

VENTI VILLETTE SVALIGIATE IN UN SOLO MESE: METÀ BANDA PATTEGGIA

Indrit Saliu, arrestato in Grecia, verrà estradato in Italia a breve


SAN POLO DI PIAVE – (gp) Nel giro di appena un mese, nel settembre dello scorso anno, avrebbero svaligiato 20 villette a cavallo delle province di Treviso e Pordenone. Per due dei quattro componenti della banda albanese è arrivato il conto con la giustizia: comparsi di fronte al gup Angelo Mascolo, il 24enne Emanuel Lika (difeso dall'avvocato Fabio Crea) ha patteggiato 4 anni di reclusione mentre il 20enne Bruxhino Murati (difeso dall'avvocato Guido Galletti) ha patteggiato due anni e sei mesi. L'avventura criminale della banda era terminata i 3 ottobre scorso quando i carabinieri di San Polo di Piave, dopo l'ultimo colpo messo a segno a Pravisdomini, erano stati fermati a bordo di una Renault Clio nera risultata rubata qualche giorno prima a Ponte di Piave. All'interno dell'auto e nell'abitazione degli albanesi successivamente perquisita, i militari avevano rinvenuto buona parte del bottino dei colpi messi a segno nelle settimane precedenti: pc, gioielli, borse, orologi e contanti del valore di diverse migliaia di euro. Lika e Murati rimasero in carcere mentre il 23enne Indrit Saliu e il 27enne Ilir Kokaj riuscirono a far perdere le loro tracce. Spiccato un mandato di cattura europeo per entrambi, nei giorni scorsi anche Indrit Saliu è finito nella rete delle forze dell'ordine. Il 23enne è stato infatti arrestato in Grecia e verrà estradato in Italia: prima farà tappa nel carcere romano di Rebibbia per sbrigare le formalità del rientro in Italia e poi verrà trasferito a Treviso per essere processato. Al momento di Kokaj non c'è ancora nessuna traccia ma gli inquirenti sono fiduciosi di poterlo acciuffare al più presto.