Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Riconosciuto colpevole di abbandono di animali un 56enne di Cavaso del Tomba

SI DISFA DEI SUOI DUE CANI: SE LA CAVA CON 700 EURO DI AMMENDA

Il Terranova e il meticcio, dopo i fatti, sono stati adottati dall'Enpa


CAVASO DEL TOMBA - (gp) Non solo avrebbe abbandonato i suoi due cani, un Terranova e un meticcio, ma una volta contattato dalla polizia locale e dal canile non si sarebbe presentato a recuperarli lasciando che di loro se ne dovesse occupare l'Enpa. Finito alla sbarra per rispondere dell'accusa di abbandono di animale, un 56enne di Cavaso del Tomba (difeso dall'avvocato Alberto Busnardo e da mesi irreperibile), è stato riconosciuto colpevole ma se l'è cavata con un'ammenda di 700 euro. I fatti contestati risalgono all'aprile del 2012. Un cittadino di Pederobba, andando a controllare una delle sue proprietà, trovò nel giardino i due animali. Immediata scattò la telefonata alla polizia locale. Gli agenti, intervenuti per recuperare i due cani, li diedero in temporaneo affidamento al canile e diedero il via alle indagini per capire chi fosse il proprietario. Un gioco da ragazzi visto che entrambi erano provvisti di chip. Si pensava che si fossero persi e che il padrone li stesse cercando. Ma a quanto pare la verità sarebbe stata un'altra: il 56enne avrebbe voluto sbarazzarsi di loro. Contattato dagli agenti assicurò che sarebbe andato a prenderli, ma da quel momento sparì nel nulla. A quel punto scattò la denuncia e, contemporaneamente, l'affidamento degli animali all'Enpa che si era offerta di prendersene cura.