Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La prossima settimana Lorenzo Zanardo, 40enne di Carbonera, tornerà in aula

AGGREDÌ UN 17ENNE IN SCOOTER: SI SCUSA E RISARCISCE IL DANNO

E' accusato di tentata rapina, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale


CARBONERA - (gp) Tornato in aula per il processo per direttissima che lo vede imputato di tentata rapina, lesioni, resistenza a pubblico ufficiale e ubriachezza molesta, il 40enne di Carbonera Lorenzo Zanardo, dopo aver chiesto scusa alla vittima dicendosi pentito di quanto ha commesso, ha ottenuto un rinvio dell'udienza per formalizzare un risarcimento danni al 17enne che ha aggredito il 23 aprile scorso. Il 21 maggio, difeso dall'avvocato Alessandra Nava, verrà giudicato con rito abbreviato. Secondo l'accusa l'uomo avrebbe fermato il giovane, che stava rientrando a casa in scooter, spingendolo in un fossato e picchiandolo selvaggiamente. Nonostante indossasse il casco, il 17enne riportò la frattura del setto nasale e varie contusioni alla spalla, con una prognosi complessiva di 25 giorni. Ad avvertire la Polizia era stato un 45enne di passaggio che aveva assistito alla scena. Gli uomini delle volanti, giunti immediatamente sul posto, erano riusciti a rintracciare Zanardo poco distante mentre tentava di dileguarsi attraverso un campo.