Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

ASCOLTA AUDIO Il suo alano Mosè ha cercato di risvegliarlo trascinandolo

STRONCATO DA UN INFARTO, IL SUO CANE RESTA A VEGLIARLO

Giorgio Pea, 53 anni, assicuratore delle Generali, trovato morto in casa


MOGLIANO - Un uomo è stato trovato morto, questo pomeriggio, nella propria abitazione, una villa in via della Croce. La vittima si chiamava Giorgio Pea, 53 anni, titolare di alcune agenzie assicurative: secondo un primo esame, gli sarebbe stato fatale un infarto. Il corpo infatti è stato ritrovato vicino all'ingresso di casa dalla baby sitter, al suo rientro a casa insieme alla più piccola dei tre figli dell'uomo. Con ogni probabilità il 53enne, sentitosi male, ha cercato di uscire per chiedere aiuto, ma non ha fatto in tempo. A vegliare su di lui è rimasto così il suo cane, un alano di nome Mosè. Il fatto che il cadavere presentasse diversi segni di graffi aveva fatto sospettare in un primo momento anche una possibile aggressione da parte dell'animale. Ipotesi poi rapidamente scartata a favore delle cause naturali del decesso: al contrario, i lividi testimoniano come il quattro zampe, compresa la difficoltà del suo padrone, abbia disperatamente cercato di risvegliarlo. Per poi rimanergli accanto fino all'arrivo di altri familiari e di essere sedato dagli addetti dell'unità cinofila del Suem.  Sul posto, insieme ai Carabinieri, anche il pm di turno e il medico legale per i rilievi del caso. Le parole del comandante dei carabinieri di Treviso, Stefano Mazzanti.

Galleria fotograficaGalleria fotografica