Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

A processo per stalking e violenza sessuale un 35enne residente a San Fior

SPASIMANTE LE TOCCA UNA COSCIA: ORA VUOLE 50 MILA EURO DI DANNI

Vittima una 25enne: "Costretta a prendere farmaci per dormire"


SAN FIOR – (gp) Si era innamorato di una ragazza di dieci anni più giovane di lui. L'avrebbe importunata per mesi pedinandola e mandandole sms a cadenza quotidiana, fino ad arrivare a toccarle una coscia. Ora per quelle condotte è finito a processo per rispondere dei reati di stalking e violenza sessuale. Lei, una 25enne, si è anche costituita parte civile chiedendo un risarcimento danni “non inferiore a 50 mila euro”. La vicenda vede seduto sul banco degli imputati un 35enne di San Fior, difeso dall'avvocato Paolo Pastre. In aula è stata ascoltata la testimonianza della vittima che ha raccontato come la presenza di quell'uomo in ogni istante della sua vita le avrebbe provocato un forte stato d'ansia tanto da dover ricorrere all'assunzione di farmaci per riuscire a dormire. Una versione che però la difesa contesta, tanto da aver deciso di affrontare un processo per smontare l'impianto accusatorio a dibattimento ed evitare un rito alternativo.