Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

A processo per stalking e violenza sessuale un 35enne residente a San Fior

SPASIMANTE LE TOCCA UNA COSCIA: ORA VUOLE 50 MILA EURO DI DANNI

Vittima una 25enne: "Costretta a prendere farmaci per dormire"


SAN FIOR – (gp) Si era innamorato di una ragazza di dieci anni più giovane di lui. L'avrebbe importunata per mesi pedinandola e mandandole sms a cadenza quotidiana, fino ad arrivare a toccarle una coscia. Ora per quelle condotte è finito a processo per rispondere dei reati di stalking e violenza sessuale. Lei, una 25enne, si è anche costituita parte civile chiedendo un risarcimento danni “non inferiore a 50 mila euro”. La vicenda vede seduto sul banco degli imputati un 35enne di San Fior, difeso dall'avvocato Paolo Pastre. In aula è stata ascoltata la testimonianza della vittima che ha raccontato come la presenza di quell'uomo in ogni istante della sua vita le avrebbe provocato un forte stato d'ansia tanto da dover ricorrere all'assunzione di farmaci per riuscire a dormire. Una versione che però la difesa contesta, tanto da aver deciso di affrontare un processo per smontare l'impianto accusatorio a dibattimento ed evitare un rito alternativo.