Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Vertenza Electrolux, l'accordo firmato dal premier Matteo Renzi

RUBINATO: "BENE D'ACCORDO MA NON CULLIAMOCI SUGLI ALLORI"

Il deputato Pd: "Mettere in campo da subito le riforme strutturali"


ROMA - Il premier Matteo Renzi ha firmato a Palazzo Chigi l'accordo su Electrolux.

Presenti il ministro del Lavoro Giuliano Poletti, dello Sviluppo Federica Guidi, i governatori di Veneto, Friuli Venezia Giulia e Lombardia Zaia, Serracchiani e Maroni, i vertici aziendali ed i rappresentanti sindacali. Renzi ha proposto un applauso per l'intesa raggiunta. "L'accordo raggiunto tra sindacati ed Electrolux è davvero una buona notizia. Conferma che la multinazionale vuole restare in Italia, e lo dimostra impegnandosi ad investire per rafforzare la propria competitività nel medio periodo, come mi avevano assicurato il responsabile degli stabilimenti europei dott. Ernesto Ferrario e il responsabile relazioni esterne Marco Mondini nel corso di un incontro alla Camera alla fine di marzo". Lo afferma Simonetta Rubinato, parlamentare del Pd. "Penso – aggiunge - che tutti in questa vertenza abbiamo fatto la loro parte, istituzioni, sindacati ed azienda consapevoli dell'importanza della sfida per il Paese. “L'azienda - precisa la deputata del Pd - ha preso atto della volontà del Governo italiano di difendere un asset produttivo strategico anche con la disponibilità ad intervenire attraverso lo strumento della decontribuzione dei contratti di solidarietà per una percentuale del 35% che oggi è legge grazie al voto di conversione alla Camera del decreto legge n. 34, in cui sono stati stanziati dal Parlamento a tal fine per il 2014 15 milioni di euro. I sindacati hanno difeso siti e posti di lavoro attraverso una serie di velocizzazioni per consentire un aumento della produttività". Secondo l’on. Rubinato “l'accordo raggiunto garantisce sostenibilità alla produzione in Italia nel breve e medio periodo e quindi rassicura sulle prospettive future, specie per il sito di Susegana in considerazione del tipo di prodotto” . “Attenzione però – avverte la deputata - non ci si può cullare sugli allori per non ritrovarci nel 2018 nella medesima situazione critica. Perciò bisogna mettere in campo da subito le riforme strutturali necessarie a dare competitività al sistema Paese e una strategia di politica industriale per la filiera della domotica, ovvero della 'casa intelligente' in cui inserire l'elettrodomestico come produzione ad alto valore aggiunto del nostro manifatturiero".