Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Incontro con il questore: "Servizi per gli immigrati molto miglioorati"

"ITALIA LASCIATA SOLA DI FRONTE ALL'EMERGENZA PROFUGHI"

A dirlo Modou Diop, rappresentante degli stranieri di Treviso


TREVISO - "L'Italia è lasciata da sola dalle istituzioni europee ad affrontare la difficile situazione di emergenza legata ai profughi". Lo ha affermato Modou Diop, portavoce delle oltre 50 associazioni di immigrati stranieri della provincia di Treviso che hanno incontrato il questore della città, Tommaso Cacciapaglia, per affrontare questo ed altri temi legati alla presenza di stranieri in Italia. I delegati di 'Cittadinanza Attivà, la sigla che aggrega le diverse organizzazioni delle varie etnie presenti a Treviso, hanno rilevato come "la sensibilità e l'efficienza delle istituzioni locali rispetto ai temi dell'accoglienza sia sensibilmente migliorata negli ultimi anni" e come "l'ufficio stranieri della Questura abbia notevolmente semplificato gli aspetti burocratici, riuscendo a dar risposta alle pratiche mediamente in soli 40 giorni", sempre in un contesto di "grande competenza e sensibilità, sotto il profilo dei rapporti umani, da parte degli operatori".