Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Incontro con il questore: "Servizi per gli immigrati molto miglioorati"

"ITALIA LASCIATA SOLA DI FRONTE ALL'EMERGENZA PROFUGHI"

A dirlo Modou Diop, rappresentante degli stranieri di Treviso


TREVISO - "L'Italia è lasciata da sola dalle istituzioni europee ad affrontare la difficile situazione di emergenza legata ai profughi". Lo ha affermato Modou Diop, portavoce delle oltre 50 associazioni di immigrati stranieri della provincia di Treviso che hanno incontrato il questore della città, Tommaso Cacciapaglia, per affrontare questo ed altri temi legati alla presenza di stranieri in Italia. I delegati di 'Cittadinanza Attivà, la sigla che aggrega le diverse organizzazioni delle varie etnie presenti a Treviso, hanno rilevato come "la sensibilità e l'efficienza delle istituzioni locali rispetto ai temi dell'accoglienza sia sensibilmente migliorata negli ultimi anni" e come "l'ufficio stranieri della Questura abbia notevolmente semplificato gli aspetti burocratici, riuscendo a dar risposta alle pratiche mediamente in soli 40 giorni", sempre in un contesto di "grande competenza e sensibilità, sotto il profilo dei rapporti umani, da parte degli operatori".