Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

NovitÓ di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La Corte d'Appello non modifica la sentenza di primo grado: 18 mesi e 312 mila euro

NESSUNO SCONTO PER COPPOLA: CONFERMATI CONDANNA E DANNI

Per l'accusa avrebbe raggirato una coppia di coniugi vittoriesi


VITTORIO VENETO - (gp) Nessuno sconto per Emilio Coppola. La Corte d'Appello di Venezia ha infatti confermato la condanna in primo grado inflitta al 57enne originario di Lecce ma residente a Vittorio Veneto finito sotto accusa per aver raggirato una coppia di vittoriesi. Difeso dagli avvocati Alessandro Borra e Cristina Meli, l'uomo era stato condannato dal Tribunale di Treviso a 18 mesi di reclusione ma soprattutto al pagamento di 312 mila euro a titolo di risarcimento danni. I legali hanno riferito che attenderanno il deposito delle motivazioni prima di decidere se presentare ricorso in Cassazione. La vicenda riguarda la compravendita di una casa in via Jacopo da Valenza. Secondo l'accusa la coppia di vittoriesi avrebbe consegnato i 312 mila euro a Coppola, che si sarebbe occupato della ristrutturazione dell'abitazione con la sua società immobiliare risalente agli anni 2005-2006 (il procedimento penale si sarebbe infatti prescritto la settimana prossima). La famiglia consegnò il denaro credendo che di lì a breve ci sarebbe stato il rogito. Non sapendo però che quella casa era ipotecata e che i risparmi di una vita non avrebbero garantito la proprietà dell'immobile, di fatto appartenente a una banca. L'intero ammontare del danno sarà comunque da quantificare in sede civile, visto che la sentenza di primo e secondo grado inquadra il risarcimento come una provvisionale.