Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/183: IL TROFEO ROLEX SEGNA L'ORA DI PEDRO ORIOL

Lo spagnolo si aggiudica il primo titolo, secondo l'azzurro Gagli


GINEVRA - Tappa appetitosa del Challenge Tour, il Trofeo Rolex, si gioca dal 23 al 26 agosto al Golf Club di Ginevra, a Cologny, in Svizzera. Nasce nel 1921 il Golf Ginevra, con l’appoggio dei funzionari della Società delle Nazioni; ha un debutto modesto, un percorso situato su...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, la giovane ha detto di essere stata minacciata da un uomo misterioso

STUDENTESSA 20ENNE RUBA DA OVIESSE: "SONO STATA COSTRETTA"

Bottino di circa 70 euro in magliette, denunciata dalla polizia


TREVISO - “Sono stato costretta a rubare da un uomo che mi ha minacciato”. Queste le parole con cui una studentessa universitaria 20enne, di Treviso, ha tentato di giustificare agli agenti delle volanti della polizia un furto messo a segno all'interno del negozio “Oviesse” di corso del Popolo. La giovane, senza precedenti, ha trafugato dagli scaffali alcune magliette per un valore complessivo di circa 70 euro: scoperta dagli addetti alla sicurezza, per lei è scattata inesorabile una denuncia per furto. La ragazza, studentessa di giurisprudenza, ha raccontato ai poliziotti di aver messo a segno il furto perchè costretta da un uomo, ignoto, che l'aveva avvicinata nei pressi del negozio, fingendo di conoscerla. La 20enne ha riferito inoltre di aver ricevuto l'ordine di rubare, dallo stesso uomo, qualche giorno prima ma di averlo ignorato; il secondo approccio del malvivente, stando al suo racconto, l'aveva scossa a tal punto da non porsi troppe domande e di mettere a segno il furto. Sul misterioso fatto indaga anche la squadra mobile della Questura di Treviso.