Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/203: GARY WOODLAND ╚ IL RE DEL PHOENIX OPEN

Vittoria allo spareggio, tra invasioni di campo e commoventi dediche


SCOTTSDALE (ARIZONA - USA) - dall’1 al 4 febbraio. È sul percorso del TPC, la sfida Waste Management Phoenix, l’Open supportato dalla Gestione dei Rifiuti, che, strano a dirsi, nell'economia dell'Arizona vale 389 milioni di dollari. Il montepremi è di 6.900.000 dollari,...continua

Cronaca
PILLOLE DI GOLF/202: AL FARMERS INSURANCE ╚ IL GIORNO DI JASON DAY

Nel torneo al Torrey Pines si rivede anche il vero Tiger Woods


In California, nei due percorsi del Golf Torrey Pines, entrambi Par 72, si è giocato dal 25 al 28 gennaio, l’Open sostenuto dalla potente “Assicurazione Agricoltori” americana, con montepremi di 6.900.000 dollari, 1.200.000 dei quali, destinati al vincitore. Il Torrey...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/17: GARDAGOLF COUNTRY CLUB

Sulle colline attorno al lago si disputerÓ l'Open d'Italia


SOIANO DEL LAGO - È recente la notizia che l’Open d’Italia 2018 è stato assegnato a Gardagolf; andiamo ora a vedere dal vicino questo Club, la cui scelta è stata apprezzata dal gotha dirigenziale dell’European Tour.Di progetto squisitamente inglese (Cotton,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, la giovane ha detto di essere stata minacciata da un uomo misterioso

STUDENTESSA 20ENNE RUBA DA OVIESSE: "SONO STATA COSTRETTA"

Bottino di circa 70 euro in magliette, denunciata dalla polizia


TREVISO - “Sono stato costretta a rubare da un uomo che mi ha minacciato”. Queste le parole con cui una studentessa universitaria 20enne, di Treviso, ha tentato di giustificare agli agenti delle volanti della polizia un furto messo a segno all'interno del negozio “Oviesse” di corso del Popolo. La giovane, senza precedenti, ha trafugato dagli scaffali alcune magliette per un valore complessivo di circa 70 euro: scoperta dagli addetti alla sicurezza, per lei è scattata inesorabile una denuncia per furto. La ragazza, studentessa di giurisprudenza, ha raccontato ai poliziotti di aver messo a segno il furto perchè costretta da un uomo, ignoto, che l'aveva avvicinata nei pressi del negozio, fingendo di conoscerla. La 20enne ha riferito inoltre di aver ricevuto l'ordine di rubare, dallo stesso uomo, qualche giorno prima ma di averlo ignorato; il secondo approccio del malvivente, stando al suo racconto, l'aveva scossa a tal punto da non porsi troppe domande e di mettere a segno il furto. Sul misterioso fatto indaga anche la squadra mobile della Questura di Treviso.