Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

NovitÓ di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Ambientato nel 1866, racconta la storia di due famiglie produttrici di vino

IL LEONE DI VETRO: UN FILM NELLA TERRA DEL RABOSO

ll film, tra fiction e storia, presentato dal regista Salvatore Chiosi


TREVISO - Siamo nel 1866 alla vigilia del referendum per l'annessione del Veneto all'Italia. Nella spaccatura che attraversa il popolo, fra chi è a favore e chi contro, si traccia la storia dell'Italia e la storia di una famiglia che con passione si dedica alla produzione e commercio del loro vino, che oggi identifichiamo nel Raboso del Piave doc e nel Malanotte del Piave docg. In questa atmosfera che preannuncia svolte e cambiamenti epocali, si sviluppa la trama de “Il Leone di Vetro”, lungometraggio di fiction a carattere storico diretto da Salvatore Chiosi, intervenuto ai nostri microfoni, ambientato tra Venezia e le terre del Piave. Partendo dai giorni precedenti al referendum del 22 ottobre 1866, che sancirà l’annessione del Veneto al Regno d’Italia, il film attraversa le vicende di una famiglia veneta, i Biasin, cui si intrecciano le vicissitudini della famiglia Querini, aristocratica e in decadenza, entrambe produttrici di vino che commerciano in tutta Europa. Fra intrighi, passioni, dolori, si apriranno nuovi scenari e prospettive inaspettate. A far da sfondo la caduta di Venezia, per opera di Napoleone, e la sua annessione all’Italia. Ma si parla anche di passione per il proprio lavoro e per la propria terra. Cosi spiega il regista Salvatore Chiosi intervistato da Alessandra Ghizzo.

La sceneggiatura de Il Leone di Vetro è di Renzo Carbonera e Maximiliano Hernando, nel cast Claudio De Davide; Christian Iansante; Sara Ricci; Maximiliano Hernando Bruno; Andrea Pergolesi; Carla Stella; Stefano Scandaletti; Eleonora Panizzo; Vasco Mirandola; Alvaro Gradella; Gaetano Rampin; Diego Pagotto.