Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Diceva di vivere in Svizzera ma la Gdf scopre che aveva soltanto un posto letto

CONSULENTE AZIENDALE NEI GUAI COL FISCO: ╚ UN EVASORE TOTALE

Dal 2007 al 2012 non ha presentato nessuna dichiarazione dei redditi


TREVISO - (nc) Un esperto in fiscalità internazionale, autore di pubblicazioni in materia, un business lawyer, un maestro per quanto riguardava le consulenze aziendali estere. Un “insospettabile” 50enne di Conegliano che è riuscito dal 2007 al 2012 ad evadere circa 2 milioni di euro di dichiarazioni dei redditi e 280mila euro di Iva. A smascherarlo sono stati gli uomini della Guardia di Finanza di Conegliano che a conclusione delle indagini ganno denunciato il professionista per evasione. L'uomo, sulla carta, aveva residenza in Svizzera: si trattava di una stanza, senza servizi, presa in affitto. In realtà, hanno accertato le fiamme gialle, viveva e lavorava a Conegliano, presso un'abitazione di pregio in un quartiere residenziale. Particolare la tecnica utilizzata dal 50enne per farsi beffe del Fisco: pur avendo una partita Iva italiana, si serviva di pseudo aziende a lui riconducibili e con sedi fittizie a Belgio, Cipro, Lussemburgo e Svizzera, per emettere fatture per le consulenze rese. Il denaro ricevuto finiva in conti correnti esteri che utilizzava poi in Italia per le spese ordinarie. A mettere le fiamme gialle sulle sue tracce sono stati i finanzieri di Chiasso: il consulente venne fermato durante un controllo, alla frontiera con la Svizzera, in possesso di alcuni strani documenti bancari esteri. Proprio nel paese elvetico i finanzieri hanno scoperto un conto corrente riconducibile all'uomo in cui erano presenti circa 45mila euro, mai dichiarati.