Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Condannato un 54enne per tentata rapina ai danni di un bar di Motta di Livenza

S'IMPROVVISA RAPINATORE DOPO AVER PERSO IL LAVORO: UN ANNO

Revocata la misura dell'obbligo di dimora: l'uomo è tornato libero


MOTTA DI LIVENZA – (gp) Si era improvvisato rapinatore per racimolare i soldi e riuscire a pagare il conto all'avvocato milanese che lo assisteva in un procedimento penale per molestie. Finito a processo per tentata rapina dopo aver minacciato con un taglierino i titolari del bar gestito da cinesi in via I Maggio per farsi consegnare l'incasso, un 54enne di Motta di Livenza (disoccupato e incensurato) è stato condannato a un anno di reclusione e al pagamento di 400 euro di multa, ottenendo la sospensione condizionale della pena e la non menzione. Il Tribunale ha anche revocato la misura cautelare dell'obbligo di dimora a cui l'imputato era sottoposto. I fatti contestati risalgono al 22 aprile scorso. L'uomo, travisato con un passamontagna e armato di taglierino, aveva tentato il colpo verso mezzanotte. Al momento del blitz erano presenti i titolari del bar, marito e moglie, entrambi sui 30 anni. Il 54enne, una volta entrato, aveva intimato alla donna di consegnare l'incasso; il marito che si trovava nel retrobottega era intervenuto in suo soccorso e aveva bloccato il rapinatore. La moglie nel frattempo aveva chiesto aiuto al 112 ed una pattuglia dei carabinieri che si trovava nei paraggi era intervenuta bloccando il malvivente e portandolo in carcere.