Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Pederobba, sul posto sono intervenuti Suem, carabinieri e vigili del fuoco

INTRAPPOLATO DA UN MASSO NEL BOSCO, SALVATO DA UNA TELEFONATA

Paura per Angelo Moretto, 63 anni, ha riportato gravissime lesioni


PEDEROBBA - (nc) Era all'interno di un bosco di sua proprietà, a Pederobba, quando improvvisamente un pesante cordolo in cemento su cui stava camminando ha ceduto, cadendogli addosso: si è trovato così, in trappola, bloccato, senza possibilità di avvertire nessuno di quanto gli era successo. L'episodio, avvenuto nel pomeriggio, ha visto come sfortunato protagonista un 63enne, Angelo Moretto. L'uomo è riuscito a dare l'allarme solo grazie ad una provvidenziale telefonata ricevuta dal suo telefono cellulare e a cui è riuscito a rispondere. In suo aiuto sono intervenuti i carabinieri di Pederobba, i vigili del fuoco ed i paramedici del Suem118. Il 63enne, fortunatamente non in pericolo di vita, ha riportato gravissime lesioni su tutto il corpo. Attualmente si trova ricoverato presso l'ospedale Ca' Foncello di Treviso con sospette lesioni vertebrali.