Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La vittima, ferita alla spalla, ha riportato danni permanenti all'organo della prensione

PICCHIATA PER UN DEBITO DI 1200 EURO: SOTTO ACCUSA DUE CONIUGI

Ora chiede i danni, ma per i coniugi è stata lei stessa ad aggredirli


BORSO DEL GRAPPA – (gp) Vantavano un credito di 1200 euro da una cliente di Borso del Grappa. Invece di affidarsi a un giudice per entrare in possesso della somma che spettava loro, avrebbero deciso di farsi giustizia da soli. Almeno questa è la versione degli inquirenti (e della parte offesa che si è costituita parte civile con l'avvocato Simone Guglielmin chiedendo un lauto risarcimento danni non ancora quantificato) che ha fatto finire a processo due coniugi padovani di San Martino di Lupari. Entrambi sono chiamati a rispondere dei reati di lesioni gravi ed esercizio arbitrario delle proprie ragioni. La vicenda incriminata risale al febbraio 2010 ed è ritornata in aula dopo che un perito aveva accertato che i danni subìti dalla parte offesa risultavano più gravi del previsto: in un primo momento infatti venivano contestate a marito e moglie soltanto le lesioni semplici. Ma il ctu nominato dal giudice ha sostenuto che la vittima riportò sia un trauma cranico frontale e una contusione alla gamba destra, ma anche una seconda contusione alla spalla destra che all'inizio sembrava aver provocato una riduzione della funzionalità ma in seguito si è scoperto aver prodotto l'indebolimento permanete dell'organo della pressione. Motivo per gli atti vennero rispediti al pm per aggravare il capo d'imputazione. In aula sono stati sentiti proprio i due imputati che affermano di non aver mai colpito la donna. Anzi, sostengono che sia stata lei ad aggredirli uscendo dal proprio negozio armata di clava e avendo poi danneggiato la porta dell'auto dei coniugi. Ma il perito ha affermato che le lesioni riportate dalla vittima sono compatibili con un'aggressione. Si torna in aula a ottobre.