Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La vittima, ferita alla spalla, ha riportato danni permanenti all'organo della prensione

PICCHIATA PER UN DEBITO DI 1200 EURO: SOTTO ACCUSA DUE CONIUGI

Ora chiede i danni, ma per i coniugi è stata lei stessa ad aggredirli


BORSO DEL GRAPPA – (gp) Vantavano un credito di 1200 euro da una cliente di Borso del Grappa. Invece di affidarsi a un giudice per entrare in possesso della somma che spettava loro, avrebbero deciso di farsi giustizia da soli. Almeno questa è la versione degli inquirenti (e della parte offesa che si è costituita parte civile con l'avvocato Simone Guglielmin chiedendo un lauto risarcimento danni non ancora quantificato) che ha fatto finire a processo due coniugi padovani di San Martino di Lupari. Entrambi sono chiamati a rispondere dei reati di lesioni gravi ed esercizio arbitrario delle proprie ragioni. La vicenda incriminata risale al febbraio 2010 ed è ritornata in aula dopo che un perito aveva accertato che i danni subìti dalla parte offesa risultavano più gravi del previsto: in un primo momento infatti venivano contestate a marito e moglie soltanto le lesioni semplici. Ma il ctu nominato dal giudice ha sostenuto che la vittima riportò sia un trauma cranico frontale e una contusione alla gamba destra, ma anche una seconda contusione alla spalla destra che all'inizio sembrava aver provocato una riduzione della funzionalità ma in seguito si è scoperto aver prodotto l'indebolimento permanete dell'organo della pressione. Motivo per gli atti vennero rispediti al pm per aggravare il capo d'imputazione. In aula sono stati sentiti proprio i due imputati che affermano di non aver mai colpito la donna. Anzi, sostengono che sia stata lei ad aggredirli uscendo dal proprio negozio armata di clava e avendo poi danneggiato la porta dell'auto dei coniugi. Ma il perito ha affermato che le lesioni riportate dalla vittima sono compatibili con un'aggressione. Si torna in aula a ottobre.