Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Accordo tra l'Ordine degli Avvocati e l'Agenzia delle Entrate per il recupero crediti

ESECUZIONI SBLOCCATE GRAZIE AL PATTO TRA I LEGALI E IL FISCO

La sinergia permetterà lo smaltimento delle sentenze 2011-2013


TREVISO - (gp) Sbloccato l'immobilismo per quanto riguarda le esecuzioni. Un accordo tra l'Ordine degli Avvocati di Treviso e l'Agenzia delle Entrate potrà finalmente permettere di smaltire le sentenze arretrate del periodo 2011-2013 per le quali non era stato ancora precisato l'importo della tassa di registro da corrispondere. Un inghippo che di fatto paralizzava l'intera esecutività delle sentenze. In altre parole è stato eliminato uno dei blocchi che non permetteva il recupero dei crediti da parte di molte imprese trevigiane. “Non potendo indicare l’ammontare della tassa diventa molto più difficoltoso procedere con l’esecuzione – spiega il consigliere dell’Ordine degli Avvocati, Maurizio Jacobi -  ma resta il problema dei tempi e dei costi da sostenere per rientrare delle somme che sono dovute. Nel recuperare un credito ci sono tante e tali spese da anticipare che  molti  creditori lasciano perdere”. Le imprese trevigiane sono infatti entrate in apnea perché sempre più spesso “vittime” di crediti non pagati che ammontano a importi che non conviene esigere per via giudiziale. “A Treviso – denuncia il segretario dell’Ordine degli Avvocati Mariacristina Sacchini - il sistema delle esecuzioni  è bloccato. L’attività svolta per ottenere il titolo esecutivo comporta anticipazioni da parte dei creditori per spese di causa o di registrazione dei decreti ingiuntivi tali da rendere antieconomico il recupero”. Tra arretrato da smaltire, carenze di organico in tribunale e aste che vanno deserte, sono di fatto pochissimi coloro che  riescono ad anticipare le spese delle esecuzioni e ad aspettare i tempi lunghissimi della procedura di recupero.