Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/231: A BIELLA IL CAMPIONATO DEI GIOVANI TALENTI DEDICATO A TEODORO SOLDATI

Lucas Fallotico vince il 12° Reply International under 16


BIELLA - A ospitare la gara è il Golf Club “Le Betulle”, campo realizzato alla fine degli anni 50 sulla collina morenica della Serra, la più lunga d’Europa, un ambiente ideale per il golf. Situato a un’altitudine di 590 metri slm, Il Campo, è un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/230: ANDREA PAVAN VINCE IL REAL CZECH MASTERS

Primo successo sull'European Tour del romano


PRAGA - È il primo successo sull’European Tour di Andrea Pavan, che già si era imposto in quattro occasioni sul Challenge Tour. Il 29enne romano ha vinto, 22 colpi sotto il par del campo, il Real Czech Masters sul percorso Albatross Golf Resort (par 72), di Praga, montepremi un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/229: ANCHE IL GOLF A SQUADRE AGLI EUROPEI IN SCOZIA

Il team italiano medaglia di bronzo nella foursome


AUTCHTERARDER (SCOZIA) – L’innovativa competizione ha visto gareggiare insieme uomini e donne, sul percorso del Gleneagles PGA Centenary, Il torneo si è giocato nell’ambito dell’European Championship 2018, la grande novità in ambito sportivo, che dopo gli...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Condannati a otto mesi (pena sospesa) Corrado Tiziano e Francesco Zorzi

GRU SUL TETTO DELLA PROVINCIA: SENTENZA RIBALTATA IN APPELLO

Disposto un risarcimento di 140 mila euro: atti al pm per 4 persone


VENEZIA - (gp) Colpo di scena nel processo d'appello per il crollo della gru sul tetto dell'ex sede della Provincia di Treviso di via Cesare Battisti nella notte tra il 21 e il 22 maggio 2007. Corrado Tiziano, 68enne residente a Cornuda e legale rappresentante dell'omonima ditta costruttrice responsabile dei lavori presso il cantiere di villa Annamaria, e il bolognese Francesco Zorzi, 77 anni, progettista della “berlinese”, la struttura in micropali vicina alla gru, sono stati condannati entrambi a otto mesi di reclusione, pena sospesa. Il procuratore generale Antonio De Lorenzi ne aveva chiesti 14. In primo grado erano stati entrambi assolti assieme a Bruno Lazzarini, l'ingegnere che aveva seguito i lavori per cui anche il pm aveva chiesto l'assoluzione. Ma la Corte d'Appello di Venezia, non solo ha ribaltato la sentenza, è andata oltre: Corrado Tiziano, Francesco Zorzi, Bruno Lazzarini e la società di costruzioni di Tiziano, dovranno risarcire la Provincia di Treviso con una provvisionale di 140 mila euro per le spese sostenute per riparare lo stabile di via Battisti (in pratica il disavanzo di quanto percepito dall'ente grazie all'assicurazione). Ma non è finita: gli atti del processo sono stati rispediti al pm trevigiano Iuri De Biasi (titolare dell'inchiesta) con la richiesta di valutare se ci siano state eventuali responsabilità a carico dello stesso Bruno Lazzarini, di Lorenzo Piazza, Sergio Signorotto e Vito Rizzo. La Provincia di Treviso si è poi riservata di valutare se intraprendere un'azione civile per il risarcimento danni. Le difese degli imputati hanno invece annunciato che faranno ricorso in Cassazione.