Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Trieste, l'associazione allenatori di canottaggio: "Piangiamo un grande amico"

CANOTTIERI SILE IN LUTTO ADDIO A SAVERIO LOFFARELLI

Stroncato da una malattia incurabile, ha lanciato decine di campioni


TRIESTE - Saverio Loffarelli non c'è più. Il noto e valente tecnico trevigiano della Canottieri Sile, dopo un periodo di lunga e subdola malattia, ci ha lasciati. "L'allenatore di tanti atleti azzurri -ha scritto in una nota Maurizio Ustolin, presidente della Associazione Nazionale Allenatori Canottaggio- tanto per citarne alcuni, Francesco Rigon, Cecilia Bellati, Alessandra Patelli, ha lottato caparbiamente con tutte le sue forze di grande canottiere, rimanendo sempre vicino al canottaggio della sua città, a quello veneto, come a quello italiano. Un preparatore eccellente, fine forgiatore di talenti era Saverio, grande ed entusiasta appassionato del nostro sport. Un socio dell'ANAC sempre presente ed interessato a quello che l'Associazione stava facendo. Oggi il canottaggio remato ed allenato piange un amico oltre che un collega. Alla famiglia di Saverio vadano le più sincere condoglianze dell'Associazione Nazionale Allenatori Canottaggio".