Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Parlano tre fra i protagonisti del successo del Treviso sul Bardolino

TENTONI: "GRAZIE A TUTTI" MENSAH: "CHE EMOZIONE" VITERI: "ANCORA NON CI CREDO"

La squadra e la tifoseria biancoceleste sono al settimo cielo


TREVISO - Ecco le dichiarazioni dei protagonisti: iniziamo da mister Davide Tentoni. "La squadra non meritava di perdere ma mi stavo rassegnando ad accettare da sportivo ciò che il calcio a volte stabilisce, e cioè che non sempre vince chi gioca meglio. Abbiamo tuttavia avuto la forza di trovare quel pari e poi è finita in apoteosi, giusto epilogo di un’annata che, almeno da quando ci sono io, è stata vissuta perché si concludesse così. La dedica? A me stesso, ho dato il meglio come uomo ed allenatore. Però voglio ringraziare di tutto cuore la squadra invisibile, cioè i collaboratori, lo staff medico, i massaggiatori, la società. E naturalmente la squadra visibile, i ragazzi, che hanno messo in pratica tutti i dettami che ho chiesto loro. La città merita un calcio di livello superiore."
Frank Mensah è stato l'autore del pari a 30" dalla fine dei tempi regolamentari. "Il pallone mi è arrivato e ho dovuto subito decidere di tirare, non avevo altra scelta, ce n‘erano parecchi in area. Quando ho visto la palla entrare mamma mia, ho provato una gioia immensa, non riesco a descriverla, ho ancora il cuore che mi batte forte, mi gira la testa. Io faccio sempre reti importanti… Mi sto rendendo conto di aver salvato una stagione, siamo tutti contentissimi, volevamo davvero salire di categoria. Che bello, ci siamo riusciti al primo anno."
La doppietta che nel supplementare ha steso il Bardolino porta la firma del panamense Rogerio Viteri. "Una sensazione che non si può descrivere, che mi fosse accaduto tutto ciò l’avrei pensato forse in un’altra vita, non in questa. Ho avuto quelle due opportunità, ho cercato di sfruttarle al massimo e ce l’ho fatta. Abbiamo fatto tanti sacrifici, siamo stati ripagati da questa bellissima vittoria. Questo Treviso è abituato a non mollare mai. Per questo ed altri motivi siamo arrivati dove siamo ora. E questo è il bello del calcio: ad un certo punto eravamo praticamente fuori, eliminati, invece all’ultimo secondo è cambiato tutto il nostro destino."
Inutile dire che la festa biancoceleste è poi proseguita nella sera fino a notte fonda. E c'è grande soddisfazione anche fra i tifosi: una promozione che ha ripagato dell'amara retrocessione di un anno fa.