Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

AUDIO "Ha paura di perdere potere e fa ostruzionismo"

"ZAIA CONTRO LA CITTĄ METROLITANA? ATTEGGIAMENTO ANTISTORICO"

Manildo replica al ricorso del governatore contro la Patreve


TREVISO - “Una posizione antistorica”. Il sindaco di Treviso bolla così il ricorso, annunciato dal presidente della Regione, Luca Zaia, contro l'istituzione delle città metropolitane e, di conseguenza, delle costituenda PaTreVe. Per il primo cittadino del capoluogo della Marca, tra i più attivi promotori di una stretta collaborazione con Padova e Venezia, “l'area metropolitana è una delle poche opportunità che abbiamo per gareggiare a livello europeo e per dare un governo ad un substrato che esiste già”. L'atteggiamento di Zaia, dice Manildo, rappresenta una sorta di “ostruzionismo motivato dalla difesa di rendite di posizione”. Forse motivato, aggiunge, dal timore che l'aggregazione tra Padova, Treviso e Venezia possa intaccare il peso politico della Regione.
Secondo Manildo, tuttavia, sono le stesse categorie economiche a chiedere questa nuova dimensione amministrativa: “la società è più avanti della politica”. Proprio nell'ottica di un ripensamento degli strumenti amministrativi, il sindaco ha coordinato una riunione con i colleghi di svariati comuni della circondario del capoluogo e della provincia, con lo scopo di discutere di forme di aggregazioni di funzioni: “Finora ha partecipato anche qualche sindaco leghista e tutti hanno portato un contributo fattivo: spero continui ad essere così”.