Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

AUDIO Il sindaco di Treviso "incredulo e stupito" per la tangentopoli veneta

MANILDO ASSICURA: "L'ARRESTO DI ORSONI NON FERMA LA PATREVE"

"Il progetto dell'area metropolitana prescinde dagli interpreti"


TREVISO - “La Patreve va avanti: il progetto esiste a prescindere dagli interpreti”. Il sindaco di Treviso, Giovanni Manildo, assicura che il lavoro per dar vita all'area metropolitana tra il capoluogo della Marca, Venezia e Padova non subirà battute d'arresto nonostante l'arresto di uno dei protagonisti, il sindaco della città lagunare, Giorgio Orsoni, nell'ambito dell'inchiesta sulle presunte tangenti per il Mose.
Manildo ammette di essere rimasto molto stupito del coinvolgimento del collega veneziano (Orsoni si trova ai domiciliari) e ribadisce “l'incredulità e lo sconcerto” con cui ha accolto la notizia della maxi operazione attuata dalla Procura e dalla Guardia di Finanza di Venezia. “il Veneto deve reagire e fare pulizia nei propri centri di potere”, ammonisce il primo cittadino di Treviso.