Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Scopre i ladri in casa e cerca di bloccarli, il giudice dispone il riconoscimento

ANZIANA RAPINATA A MASER: CONFRONTO ALL'AMERICANA IN AULA

Condannato ad un anno e 8 mesi il nomade 70enne Lucio Gabrieli


TREVISO - Un anno e otto mesi: questa la pena a cui è stato condannato stamani dal giudice del tribunale di Treviso, Francesco Sartorio, Lucio Gabrieli, nomade 60enne che nel febbraio del 2013 aveva tentato una rapina all'interno di un'abitazione di Maser ma era stato scoperto e messo in fuga dalla padrona di casa. Nel corso dell'udienza il giudice ha deciso per un confronto all'americana tra la vittima ed il malvivente fatto sfilare tra altre persone tra cui il personale del tribunale ed il portinaio. All'epoca della rapina Gabrieli, originario di Camposampiero ma residente a Cerea, era in compagnia di una complice che non è stata però mai identificata dagli investigatori. La padrona di casa, scoperti i ladri in casa, tentò di trattenerli e ne nacque una collutazione tanto da trasformare l'episodio in una rapina impropria. Il pm Laura Reale aveva chiesto per Gabrieli, difeso dall'avvocato Luppi, una condanna a due anni di reclusione.