Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, truffe al mercato ortofrutticolo, denunciati tre fratelli calabresi

CARICANO LA MERCE IN FURGONE E FUGGONO SENZA PAGARE

All'alba l'ultimo raggiro, da 1000 euro, una dipendente avvisa la polizia


TREVISO - Sono stati fermati all'alba di oggi dalla polizia tre fratelli calabresi di 38, 34 e 32 anni, autori di una serie di truffe e raggiri ai danni di alcuni rivenditori di frutta e verdura del mercato ortofrutticolo di Treviso. Per tutti, residenti a Cosenza e dipendenti di un'azienda che si dedica alla vendita al dettaglio di frutta e verdura, è scattata una denuncia per truffa ed il foglio di via obbligatorio dalla città di Treviso mentre il 38enne dovrà rispondere anche di furto. E' proprio riconducibile a lui il primo episodio che vede protagonista questa banda. E' il 12 maggio: il 38enne si reca al mercato a bordo di una vettura, acquista da alcuni stand frutta e verdura per un valore di circa 200 euro e poi fugge, senza pagare. Dell'episodio viene avvisato il direttore generale del mercato, Guido Cauteruccio che provvede a diramare tra gli operatori delle Stiore una circolare di allerta: chiunque vedesse quel veicolo di nuovo nell'area era invitato a contattare il 113. Quell'auto non verrà però più utilizzata dalla banda. All'alba del 7 giugno il 38enne, accompagnato dai due fratelli, torna in azione: questa volta utilizzano però il furgone aziendale, con tanto di marchio. La modalità della truffa è sempre la stessa: prendono frutta e verdura per un valore di circa 300 euro e poi si dileguano. Ne segue una nuova circolare della direzione e questa volta l'allerta produce i suoi frutti. All'alba, verso le 5, i tre fratelli tornano nuovamente al mercato ortofrutticolo a bordo del furgone ma vengono notati da una dipendente di uno degli stand truffati due giorni prima. Quando la polizia giunge sul posto il terzetto aveva già caricato a bordo del furgone un ingente quantitativo di aglio e cipolla, del valore complessivo di oltre 1000 euro. I fratelli, portati in Questura, si sono difesi dicendo che "avrebbero pagato in seguito". Gli investigatori delle volanti della polizia hanno acquisito le immagini di videosorveglianza del mercato ortrofrutticolo: si sospetta anche che la banda possa aver messo a segno altri colpi simili.