Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

In due a processo per concorso in truffa per il conseguimento di erogazioni pubbliche

COMPRA UN MACCHINARIO MA PER LA PROCURA NON C'È: A PROCESSO

Il paradosso: il "fermentatore automatico" è stato pure sequestrato


RONCADE - (gp) Rischiano da uno a sei anni di reclusione per un macchinario che è stato comprato e che poi è stato posto sotto sequestro, ma per gli inquirenti sarebbe inesistente. Sembrerebbe un paradosso ma è la contestazione mossa dalla Procura di Treviso nei confronti di un 57enne di Roncade, legale rappresentante di un'azienda agricola, e di un 58enne mantovano di nascita ma residente a Merate, in provincia di Lecco, e rappresentante di una ditta che fornisce macchinari. Per entrambi, difesi rispettivamente dagli avvocato Otello Bigolin e Mauro Bosco, l'accusa è di concorso in truffa per il conseguimento di erogazioni pubbliche. La vicenda, che tra l'altro si prescriverà a gennaio 2015, ha inizio nel 2005 quando l'azienda agricola aveva presentato domanda di adesione al Piano di Sviluppo Rurale della Regione Veneto predisponendo alcuni investimenti tra cui l'acquisto di un “fermentatore automatico semovente” per una spesa di 70.700 euro. La domanda venne ammessa il 27 luglio 2005 per un importo di 391.400 euro (compresi gli altri lavori) cui sarebbe corrisposto un finanziamento di 153.025 euro. A questo punto, incassato l'ok per il finanziamento e dopo aver acceso un mutuo per coprire le altre spese, l'azienda agricola, tramite la ditta lombarda, acquistò il fermentatore automatico per 70 mila euro. Acquisto tracciato e tracciabile, con tanto di documento di demolizione avvenuta del macchinario che venne sostituito. Nel 2007 la Guardia di Finanza, nell'ambito di una vasta serie di controlli in tutto il Veneto, ispezionò anche l'azienda agricola di Roncade, sostenendo che quel macchinario non era stato acquistato. O meglio, in funzione c'era quello vecchio. In realtà avrebbe avuto soltanto delle modifiche dovute all'ordinaria manutenzione. Si torna in aula a ottobre.